A- A+
Costume
Ragazzini: "Mi vietano la gonna alla maturità ma andrò con i tacchi a spillo"
Angelo Ragazzini

Angelo Ragazzini, la star di Tik Tok su Affari: "Chi vieta 'abiti poco rispettosi' a scuola, è il primo a non portare rispetto"

I tempi per gli adolescenti sono davvero cambiati soprattutto in ambito scolastico. Libero sfogo al modo di vestire e di sentirsi autorizzati a indossare ciò che più piace, rivendicando ad ogni costo il proprio modo di essere senza etichetta alcuna. L'abito rappresenta quindi per loro un mezzo per meglio identificarsi e vivere la propria unicità con una comunicazione che non ha mezze misure. Ma a scuola quale sarebbe l'abbigliamento più appropriato per gli studenti? Aumenta l'attenzione sul dress-code tra i vari Istituti italiani che si sono dotati di specifiche disposizioni in materia.

Gli studenti sono stati infatti invitati a mantenere un abbigliamento sobrio e discreto, soprattutto con l'arrivo della bella stagione e del caldo quando le temperature tendono ad aumentare. Da nord a sud Italia, sono tanti i dirigenti scolastici che si sono scatenati con regole e circolari ad hoc, provocando così una vera e propria lotta con i ragazzi. Niente top, canottiere, abiti succinti, shorts, bermuda e minigonne. Sebbene queste siano le linee guida, c'è chi però della minigonna a scuola ne ha fatto il suo segno distintivo ed il suo successo, e non è certo una donna. I suoi video virali su Tik Tok, che conta quasi 250.000 followers, sono ormai un fenomeno consolidato tanto da essere sempre più presente come ospite nel salotto di Barbara D' Urso.

Angelo Ragazzini, studente 19enne al Liceo artistico e musicale "Antonio Canova" di Forlì, ha sdoganato l'uso quotidiano di questo capo fra i banchi di scuola, diventando così un modello per molti studenti che la stanno indossando come protesta nei confronti di alcuni professori, considerati troppo rigidi nei divieti sul presunto corretto vestiario. Una vita non facile quella di Angelo, bullizzato e giudicato molte volte da chi ha sempre considerato questo suo atteggiamento un po’ troppo "fuori dagli schemi" rispetto ad una società che spesso gli impone. Un ragazzo che, nonostante tutto, ha trovato sempre e comunque la forza di andare oltre, amandosi e accettandosi, pur subendo continui attacchi sul suo aspetto fisico e sulle sue scelte sessuali.

Un percorso duro e difficile che lo ha portato, anche per questo, a cambiare drasticamente Istituto al termine del primo anno, con conseguenti problemi psicologici risolti grazie all'aiuto di medici esperti. Quegli anni passati a subire sono per Angelo solo un lontano ricordo, adesso i suoi pensieri urlano.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
angelo ragazzini





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.