A- A+
Cronache
Cassazione, bar troppo rumoroso sequestrato. Atto legittimo secondo i giudici

Cassazione, legittimo sequestrare preventivamente bar rumorosi

Una sentenza della Corte di Cassazione è destinata a far discutere. Il tribunale di Trieste ha deciso di respingere il ricorso del titolare di un bar, che si era visto chiudere il proprio locale perchè ritenuto troppo rumoroso. Per i giudici - si legge sul Sole 24 Ore - la chiusura è stata legittima e il titolare del locale è stato giudicato colpevole, per aver disatteso gli ordini del questore. Può essere sequestrato penalmente il bar il cui esercizio cagioni rumori insopportabili per le persone abitanti nelle vicinanze.

È il principio - prosegue il Sole - sancito dalla Corte di cassazione (sentenza 35324/2021), che he ha dichiarato inammissibile il ricorso del titolare di un esercizio contro l’ordinanza del Tribunale del riesame che aveva confermato il sequestro preventivo del locale, disposto dalla autorità giudiziaria per la violazione dell’articolo 650 del Codice penale. Il locale era ritrovo di pregiudicati e fonte di disturbo a causa degli schiamazzi. Le prescrizioni intimavano lo stop alla somministrazione di alimenti e bevande.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cassazionecorte di cassazionesentenza bar rumorososequestro bar rumorosotribunale trieste bar rumoroso
    i più visti




    casa, immobiliare

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.