A- A+
Cronache
Chiambretti taglia l’assegno per la figlia: “Il mio reddito si è dimezzato"
(Fonte: IPA)

Piero Chiambretti, il conduttore torinese chiede di ridurre l’assegno per la figlia: “Da 3000 euro a 800, il mio reddito si è dimezzato”

Il mio reddito si è dimezzato”. Questa la ragione per cui il conduttore torinese Piero Chiambretti vorrebbe ridurre l’assegno di mantenimento per la figlia. Il presentatore che nel 2016 guadagnava 50mila euro al mese ora sarebbe passato a 26mila. Complice delle preoccupazioni di Chiambretti anche i rumors sul possibile divorzio dalla trasmissione Tiki Taka.

La richiesta è chiara: per Chiambretti l’assegno di mantenimento dovrà passare dai 3000 euro mensili agli 800. Una decisione che dipenderebbe non solo da un reddito in forte decremento ma anche da un sospetto da parte del conduttore, secondo cui l’ex commetterebbe un uso improprio del denaro da lui versato.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    assegno mantenimentopiero chiambrettiredditotiki taka
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    "Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

    Finley, l'intervista di Affari

    "Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

    
    in vetrina
    Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

    Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna





    motori
    Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

    Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.