A- A+
Cronache
Come si manipolano i cervelli dei minori nelle scuole

A scuola, per legge, è proibito fare politica e questo è un principio sacrosanto, peccato che io abbia la vaga impressione che venga costantemente violato (dai progressisti con la collaborazione di presidi e parte dei docenti). Silvio Berlusconi è stato un grande comunicatore che utilizzava terminologie che suonavano bene, per darsi un tono ed essere credibile, eppure è già preistoria.

Oggi la comunicazione politica è andata oltre, si è perfezionata e spesso entra nel campo del subliminale: più un messaggio è occulto e più è potente, perché aggira le difese razionali ed agisce su aspetti emotivi spesso non avvertiti dal cittadino. Vi spiego come opera: le tv, le radio, l'apparato pubblico, le associazioni ecc creano una narrazione dominante colorata politicamente (di norma progressista, non certo di tipo conservatore) ed essa è come un cerchietto, una circonferenza di mattoncini dove l'inizio coincide con la fine, dove "la testa morde la coda". Ogni mattoncino può essere un concetto, una parola, una persona e se lo citi fa venire in mente la versione dominante, strumento di manipolazione.

Si pensi a questo scenario: gli italiani di norma sono infastiditi dagli individui che li fermano per strada, non per forza stranieri ma di norma tali...a questo punto una parte politica chiede misure più severe ai confini, l'altra l'opposto e chiama in causa, a torto o a ragione, l'odio. I media iniziano ad associare idealmente un problema, in realtà di attualità, a questo termine proponendo immagini di folli stermini del passato, perfino durante trasmissioni di altro tipo (magari sportive o culinarie), richiami a personaggi storici negativi, a comportamenti violenti ecc. A questo punto le persone si sottomettono al pensiero dominante, o sposandolo (manipolate), o tacendo per timore di finire giudicate.

Il momento diventa propizio: nelle scuole si inizia a parlare di odio (richiamando alla mente inconscia il mattoncino) mediante temi, conferenze, mail, ospitate di associazioni "amiche" ecc e anche se il tema sarà apparentemente diverso e sacrosanto (chi amerebbe l'odio!?!) il messaggio sarà in realtà partitico e rafforzerà una delle due parti politiche indebolendo l'altra (vero scopo di tutto lo scenario). Ora tiriamo le somme: qualora la seconda parte politica fomentasse davvero l'odio, con un mezzo scorretto (fare politica a scuola), colpendola, si potrebbe anche riuscire a fare qualcosa di positivo (creando però un pericolosissimo precedente in nome del 'fine che giustifica i mezzi') ma se l'odio non c'entrasse niente si sarebbero manipolati i cervelli, magari di minori, in modo ingiusto e con finalità di parte. In conclusione si parla da anni di riforma per la scuola ecco...fossi Ministro dell'Istruzione proporrei un bel "giro di vite" su questi comportamenti (non certo la cazzata della regionalizzazione leghista o le sparate e le promesse da marinaio della Azzolina) vigilando anche sui messaggi politici di tipo nascosto. Giù le mani dai cervelli dei minori.

Loading...
Commenti
    Tags:
    cervelliscuole
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Con la quarantena città vuote Grosso problema per i piccioni

    Coronavirus vissuto con ironia

    Con la quarantena città vuote
    Grosso problema per i piccioni

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 3 ELIMINAZIONI, NOMINATION E LITI: I FINALISTI E..

    Grande Fratello Vip 2020 3 ELIMINAZIONI, NOMINATION E LITI: I FINALISTI E..


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes si conferma leader nel settore elettrico tra i costruttori premium

    Mercedes si conferma leader nel settore elettrico tra i costruttori premium


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.