A- A+
Cronache
Coronavirus, fase 2: palestre dal 18 maggio, 7 mq di spazio a persona o niente

Coronavirus, fase 2: palestre dal 18 maggio, 7 mq di spazio a persona o niente

La fase 2 dell'emergenza Coronavirus è iniziata, ma non per tutti. Sono ancora tante le categorie di attività ferme, in attesa del via libera del comitato tecnico-scientifico. Ma la strada sembra in salita per molte di queste. Il ministro dello sport Spadafora - si legge sul Corriere della Sera - vorrebbe far riaprire le palestre il 18 maggio. Possibile però che questa scadenza slitti di un’altra settimana per consentire ai gestori di adeguarsi alle regole severe contenute nel protocollo, ma l’obiettivo è ripartire entro la fine del mese. E nelle regioni dove l’indice di contagio avrà raggiunto la soglia minima, quel R0 pari a 0,2, anche parrucchieri e centri estetici potrebbero anticipare rispetto all’indicazione del 1 giugno data dal premier Conte al momento di presentare il decreto se i dati del monitoraggio saranno buoni. Ma dovranno farlo seguendo regole rigide visto che, secondo le tabelle stilate dall’Inail, si tratta di mestieri inseriti nella fascia di rischio «medio alta» e per questo si è deciso di metterli in fondo alla lista come bar e ristoranti.

Gli ingressi nelle palestre - prosegue il Corriere - dovranno essere scaglionati e nelle più piccole si potrà andare soltanto su appuntamento. Bisognerà arrivare già in tenuta da sport perché gli spogliatoi dovranno essere chiusi, così come le aree comuni. Esclusi i gruppi, chi lavora con l’insegnante dovrà stare a distanza di almeno due metri. Si pensa che lo spazio a disposizione di ognuno debba essere di almeno 7 metri quadri. Gli allenatori dovranno indossare guanti e mascherina. Ma dove possibile si potrebbe anche chiedere di fare lezione «da remoto», semmai in un altro ambiente, oppure per turni. Tutti gli attrezzi dovranno essere sanificati subito dopo l’uso così come gli ambienti e le postazioni degli impiegati.

Il Comitato tecnico-scientifico ha chiesto grandissima cautela sulla riapertura di parrucchieri, barbieri e centri estetici, esercizi che per il contatto diretto tra operatore e cliente presentano un alto indice di rischio di contagio. Nel calendario illustrato in diretta tv da Giuseppe Conte dieci giorni fa, la riapertura su tutto il territorio nazionale per questo comparto è stata fissata all’1 giugno. La novità - conclude il Corriere - è che i saloni di bellezza, il cui ritorno al lavoro è molto atteso, potranno alzare le saracinesche a partire dal 18 di maggio almeno nelle regioni dove il numero dei nuovi positivi è pari allo zero (Molise, Basilicata, Umbria) o continua a scendere, come Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Calabria.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiacoronavirus fase 2coronavirus palestrecoronavirus parrucchiericoronavirus riaperture
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe G festeggia 400.000 unità prodotte dal 1979

    Mercedes Classe G festeggia 400.000 unità prodotte dal 1979


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.