A- A+
Cronache
Coronavirus,per 80 mila aziende fase 2 già iniziata. Aperture in deroga

Coronavirus, per 80 mila aziende fase 2 già iniziata. Silenzio-assenso e si apre
 

L'emergenza Coronavirus continua ma per alcune aziende il tempo scorre troppo veloce e serve produrre. Così circa 80 mila imprese sono tornate al lavoro. Per farlo, - si legge sul Corriere della Sera - devono presentare al prefetto un’autocertificazione in cui dichiarano di rientrare nella filiera delle attività essenziali. E negli ultimi giorni è stato un crescendo: in Veneto di richieste ne sono arrivate 15 mila, con Vicenza a fare da traino con 3.500. In Emilia-Romagna siamo a 7 mila, mentre la provincia con più richieste in assoluto è Brescia, che ha superato quota 5 mila. Ma non c’è solo il Nord in questa classifica. In Puglia le richieste sono 5 mila, nelle Marche 3.500. È possibile che nelle prossime ore questi numeri salgano ancora. Ed è probabile che il meccanismo che li dovrebbe governare finisca per incepparsi. Una volta mandata l’autocertificazione alla prefettura, vale la regola del silenzio assenso: senza una risposta la richiesta è da intendersi accolta. E se è vero che i 30 giorni di tempo a disposizione delle prefetture non sono ancora scaduti, è anche vero che in questo momento di emergenza le prefetture faticano a stare dietro a tutte le pratiche. Anche perché la regola è di per sé complessa e da interpretare.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiacoronavirus fase 2coronavirus aziendecoronavirus riaperture
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.