A- A+
Cronache
Donne senza gonne e gonne senza donne: il lato B di Ferragni è situazionista

Chiara Ferragni rappresenta l’unica forma di naturalità esistente, la vera nipotina delle femministe che bruciavano i reggiseni in tempi non sospetti 

Ne è passato di tempo da quando il professor Vecchioni, anelava “una donna con la gonna”, in netto conflitto con una sinistra che considerava quell’innocente indumento lontano dai dogmi dell’epoca e che vedeva nel “Dio Jeans Uni-sex”, l’unico modo di essere la prima anticamera dell’annientamento del genere.

Ma non troppi anni erano trascorsi da quando Mary Quant aveva tagliato due decimetri di gonna, lasciando ben poco all’immaginazione e alla lascivia maschile che anche in quella occasione non aveva compreso che la liberazione era nella consapevolezza della donna, di quella donna che da quel momento sarebbe stata in grado di gestire la sua sessualità se non addirittura l’ inaccettabile promiscuità.

Londoncaput mundi” ha dettato le regole per l’affermazione post-femminista nel pianeta, spiegando anche ai baciapile che la vergogna e l’oltraggio al pudore, risiedono saldamente negli occhi e nelle menti di chi guarda con occhi putridi e spenti. L’alternanza semantica degli stili e delle lunghezze ci hanno portato avanti e indietro nel tempo tra corsi e ricorsi storici, ma il problema della gonna ha urtato la sensibilità di retori, benpensanti e antropologici come se su quella lunghezza, su quella foggia o stile, si potesse catalogare una tipologia con le pulsioni annesse, ma sempre argomento di scandalo politico, religioso e sociale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chiara ferragnifedezferragnez
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire





motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.