A- A+
Cronache
Il delitto Tobagi, 40 anni dopo e il riformismo, oggi, assente

Walter Tobagi - lucido e colto giornalista, ucciso il 28 maggio del 1980, a Milano, 33 anni e 2 figli, da un commando del gruppo terroristico “XXVIII marzo”- era un rappresentante dell’area riformista, di cui si avverte, oggi, l’assenza, nella politica, nella cultura, nel giornalismo.

Non era intruppato in alcuna corrente del PSI. A settembre del 1979, piombò a Montecatini, per intervistare Giacomo Mancini. Fu molto cordiale e cortese con me.

Gli diedi un libretto, che avevo vergato, sulla vicenda giudiziaria di Fabrizio Panzieri, un giovane extraparlamentare di sinistra, condannato per “concorso morale” nel delitto di un fascista greco, Mantakas. Tobagi lo recensì per “Il Mondo”.

I  giovani, spietati assassini di Walter non erano degli sbandati, ma “figli di papà”-, distratti nell’educazione dei figli-della medio-alta borghesia milanese radical chic-convertiti al bolscevismo, senza neppure conoscerlo.

i responsabili dell’agguato-oggi li definiremmo “haters”- pagarono per il delitto con pochi anni di prigione, grazie alle leggi “premiali”, varate per favorire quanti davano contributi utili (non forniti, peraltro, dagli assassini di Walter)alla cattura dei “compagni assassini”.  

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    delitto tobagiwalter tobagi
    in evidenza
    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    Scatti d'Affari

    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    i più visti
    in vetrina
    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO





    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela la nuova Micra elettrica

    Nissan svela la nuova Micra elettrica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.