A- A+
Cronache
Inchiesta Liguria, Aldo Spinelli a Toti: "Ora il due per mille, poi il resto"
Aldo Spinelli

Inchiesta Liguria, il confronto all'americana per interpretare le esatte parole di Spinelli jr

Prosegue l'inchiesta che ha travolto il governatore della Liguria Giovanni Toti, ancora agli arresti domiciliari per corruzione. I pm della Procura di Genova adesso vogliono accertarsi su un particolare non trascurabile, gli inquirenti si affideranno al Var come nel calcio per decifrare le parole esatte pronunciate durante l'interrogatorio dal figlio dell'imprenditore Aldo Spinelli, Roberto. Nel verbale è stata trascritto un virgolettato chiave che lui contesta, Spinelli jr - riporta Il Corriere della Sera - sostiene di aver detto "Toti ci chiedeva finanziamenti leciti", mentre nel verbale compare "finanziamenti illeciti". Una frase secca ed esplosiva come la dinamite, soprattutto in un processo per corruzione dove l’indagato eccellente, il governatore Toti respinge ogni accusa.

Leggi anche: Toti: "Chiesi ai Testa voti per Cavo. Spinelli finanziava i miei comitati"

La pm Faggioni ha deciso di risolvere la delicata questione con un confronto all'americana tra l'accusa e la difesa per chiarire l'esatta pronuncia. I sospetti della Procura emergono chiaramente dall’interrogatorio di Toti, quando il pm - prosegue Il Corriere - gli ricorda una conversazione intercettata nella quale Spinelli, il giorno prima della delibera del terminal Rinfuse, dice al Presidente: "Quello ufficiale è il due per mille… tutto il resto dopo". E alla fine Toti aggiunge: "Festeggiamo le rinfuse a Montecarlo". Insomma, gli inquirenti ci vedono qualcosa che potrebbe andare oltre il lecito. E siccome l’interpretazione dell'audio di Spinelli jr di cui si discute è centrata proprio su questo, gli inquirenti intendono quantomeno fugare ogni dubbio. La parola passa al giudice.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina





motori
DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.