A- A+
Cronache
Malta, 31enne siciliana precipita da una scogliera con il quad e muore
Oriana Bertolino

Malta, 31enne siciliana precipita da una scogliera con il quad e muore. La dinamica dell'incidente

Stava facendo un'escursione su una scogliera a Malta ed è precipitata in mare con il quad. È morta così Oriana Bertolino, 31enne giocatrice di pallavolo di Marsala in Sicilia. La ragazza si trovava sull'isola con un amico 47enne suo concittadino con cui stava affrontando la gita sulle scogliere di Wied il-Miela (Valle del Sale in maltese). Il guidatore del quad ha perso il controllo del mezzo ma è riuscito a mettersi in salvo riportando solo lievi ferite.

LEGGI ANCHE: Siracusa, donna e bimbo di 10 anni cadono in un pozzo. Il piccolo è morto

Il 30 giugno Oriana stava facendo un'escursione nella Valle del Sale, un fiordo dalle pareti alte come palazzi di dieci piani, affacciato sul Canale di Sicilia, nel punto più a nord dell'isola di Gozo, da dove è normale vedere anche l'Etna nelle giornate limpide. In un paesaggio desertico di rara bellezza, su terrazze sospese tra il blu del Mediterraneo e del cielo, raggiungibili solo a piedi e dove da millenni si raccoglie il sale, si può ammirare il tramonto con un panorama dominato dallo spettacolare arco di roccia divenuto popolare dopo il crollo della iconica Finestra Azzurra nella notte tra il 7 e l'8 marzo 2017, abbattuto dalla natura che lo aveva creato. È stato un salto di oltre 25 metri direttamente in mare quello che ha portato la donna a "una morte atroce", come l'ha definita la polizia maltese. Oriana lavorava in un ambulatorio veterinario e aspirava a una carriera da allenatrice di pallavolo. Pressappoco nello stesso punto, una cengia di un paio di metri sospesa nel vuoto, nel 2018 morì un turista svizzero che aveva cercato di percorrerla in mountain bike.

La polizia maltese ha riferito che il guidatore del quad (a quanto pare l'amico 47enne) ha perso il controllo del mezzo, sembra per un problema allo sterzo che gli avrebbe impedito di cambiare direzione. L'uomo è riuscito a mettersi in salvo riportando solo lievi ferite. Dalle prime informazioni la guida del gruppo di escursionisti, temendo di arrivare tardi e perdere il tramonto, avrebbe indotto tutti ad accelerare. La polvere sollevata e la scarsa aderenza, trovandosi sullo sterrato, avrebbero impedito al conducente del quad di fermarsi in tempo prima della fine della scogliera, che si affaccia sul mare. Il corpo della Bertolino è stato recuperato, la giovane sarebbe deceduta per le ferite riportate. L'uomo, invece, è stato curato per lievi ferite all'ospedale di Gozo. Il magistrato Brigitte Sultana sta conducendo un'inchiesta.

L'ambasciata italiana a Malta, informata dalla polizia maltese, ha tenuto il contatto costante con la famiglia della vittima, fino all'identificazione ufficiale comunicata dalla polizia maltese nel tardo pomeriggio di domenica. Il Times of Malta apre la sua edizione online definendo la pallavolista siciliana come "un'anima gentile" e tra i commenti di cordoglio e sgomento, il principale segnala che Oriana si stava preparando a una "brillante carriera" in panchina.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.