A- A+
Cronache
Matteo Messina Denaro: "Precedenti? Sono incensurato". Il boss manda pizzini
Matteo Messina Denaro

Messina Denaro, gentile e ironico. La strategia del super boss in carcere

Il capo di Cosa Nostra ha passato la sua prima notte in cella nel carcere di massima sicurezza a L'Aquila. Matteo Messina Denaro sembra un'altra persona rispetto ai racconti fatti, questa la prima impressione degli inquirenti dopo gli interrogatori. "Siccu» sì, ma non deperito. Anzi, - si legge sul Corriere della Sera - a dispetto della sua malattia, "in perfette condizioni fisiche e sicuramente palestrato". E non depresso, come era apparso all’arresto Bernardo Provenzano, ma "più che reattivo, per niente aggressivo, anzi, a suo modo, ironico". Il boss ha sorpreso chi ha assistito al suo ingresso nel supercarcere Le Costarelle dell’Aquila, all’1.20 del mattino di ieri. Malgrado fosse la sua prima volta in carcere si è concesso persino qualche battuta. A chi, nel compilare la scheda anagrafica, gli chiedeva: "Precedenti?", il boss, catturato con una falsa identità, ha accennato un sorriso e risposto: "Fino a stanotte ero incensurato poi non so che è successo".

Il pericolo reale adesso - prosegue il Corriere - è che vengano inviati messaggi all'esterno. Per questo chi è al 41 bis ha diritto a un solo colloquio al mese con i familiari. Messina Denaro è più fortunato perché a difenderlo sarà sua nipote Lorenza Guttadauro (nata da sua sorella Rosalia e dal figlio del boss di Brancaccio Giuseppe Guttadauro). Attualmente «u Siccu» è da solo in cella, in un’ala in cui non c’è nessuno. Anche se in generale ai detenuti al 41 bis la norma consente anche la socialità. Oggi in una riunione con il primario Mutti si valuterà la possibilità di svolgere il trattamento in una stanza attrezzata nel carcere senza portare il detenuto all’esterno come raccomandano i sindacati della polizia penitenziaria: "Se è lui il capo della mafia, lo resta anche in carcere".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
matteo messina denaro
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"





motori
Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.