A- A+
Cronache
Me Too degli scacchi, giocatrici denunciano sessimo e discriminazione

La campionessa 21enne Annmarie Meutsch denuncia il sessismo negli scacchi ma non è l'unica. Spuntano altri casi in tutto il mondo

Il movimento Me Too ora si espande anche al mondo degli scacchi con diverse giocatrici in tutto il mondo che denunciano casi di molestie, sessissimo e discriminazione. Tutto è partito da Annmarie Meutsch, 21enne tedesca e promessa degli scacchi a livello internazionale.

Leggi anche: La premier Meloni non dice nulla del sessismo di Sgarbi?

L'ex campionessa del mondo under 16 in una intervista al settimanale Der Spiegel denuncia: "Non conosco quasi nessuna donna di scacchi che non abbia avuto alcuna esperienza con il sessismo e personalmente ho sentito così tanti commenti offensivi nei miei confronti che quasi non me ne accorgo quasi più. Io ho imparato ad affrontare il disagio. Ma per le ragazze adolescenti, per chi comincia a giocare è davvero pesante".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mee tooscacchi
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Perrino: "Pierina personaggio ingombrante. Ecco perchè prende corpo un'altra ipotesi di indagine"

Rai, il direttore di Affaritaliani.it a Ore 14

Perrino: "Pierina personaggio ingombrante. Ecco perchè prende corpo un'altra ipotesi di indagine"


in vetrina
Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream





motori
Lamborghini e Lavazza: nuova partnership per l’eccellenza italiana

Lamborghini e Lavazza: nuova partnership per l’eccellenza italiana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.