A- A+
Cronache
Messina Denaro, bene Meloni sull'ok al carcere duro per lo spietato boss
Giorgia Meloni

Messina Denaro, Giorgia Meloni dà l'ok al carcere duro per lo spietato boss

Tra gli omicidi più crudeli, attribuiti a Matteo Messina Denaro, c'è quello del 1992, quando lo spietato boss partecipò, attivamente, all'uccisione di Vincenzo Milazzo, a capo della cosca di Alcamo, che aveva iniziato a dare segni di non gradire la guida del boss di Cosa Nostra, Totò Riina. 

Tolto di mezzo Milazzo, l'organizzazione decise di uccidere anche la sua fidanzata, incinta di tre mesi, Antonella Bonomo. La donna venne strangolata. Provvide, personalmente, Messina Denaro. Nicola Di Matteo, figlio del collaboratore Santino, ha ricordato, commosso, la morte di suo fratello, Giuseppe, sequestrato, strangolato e poi sciolto nell'acido dal capo mafioso di Castelvetrano: "Ho appreso che Messina Denaro sta male. Non gli auguro la morte, ma gli auguro di star male più a lungo possibile".

Pur rispettando le posizioni di taluni giornalisti (forse troppo) garantisti, credo che sia giusta la decisione dell’esecutivo di spedire Matteo Messina Denaro al carcere duro. Bene Giorgia Meloni, estimatrice di Paolo Borsellino, che ha spiegato: "Il primo provvedimento, in assoluto, assunto dal mio governo?" "La difesa dell'ergastolo ostativo, del carcere duro". 
Se non per Messina Denaro, quando?

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bosscarcere durogiorgia melonimatteo messina denaro
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti





motori
Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.