A- A+
Cronache
Pinne di squalo, la Commissione Ue pensa a una legge per vietarle

Pinne di squalo, la Commissione Ue pena a una legge per bloccarne la commercializzazione a livello internazionale

La Commissione europea ha accolto con favore l'iniziativa dei cittadini europei "Stop finning - Stop the trade" che chiede all'Ue di intervenire per porre fine al commercio internazionale di pinne di squalo ed esaminerà la possibilità di adottare un'iniziativa legislativa per porre fine a tale commercio.

"La pratica crudele e illegale del 'finning' - si legge nella nota della Commissione - comporta che le pinne vengono tagliate dall'animale e lo squalo viene rimesso in mare quando può essere ancora vivo".

Leggi anche: Squalo bianco a Livorno, la reazione dei pescatori: "Mai visto uno così!"

Nell'immediato la Commissione intensificherà l'applicazione delle misure di tracciabilità dell'Ue e avvierà un dialogo con i partner internazionali. Tra le contromisure annunciate da Bruxelles c'e' anche l'avvio, entro la fine del 2023, di una valutazione d'impatto sulle conseguenze ambientali, sociali ed economiche della pratica del 'finning', sia all'interno dell'Ue che nel commercio internazionale. Entro la fine del 2024 la Commissione fornirà inoltre informazioni più dettagliate sulle importazioni ed esportazioni di pinne dall'Ue per migliorare l'affidabilità delle statistiche sugli scambi di prodotti a base di squalo. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
commissione uesqualo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Francesca Pascale e Paola Turci divorziano: dopo due anni sciolta l'unione civile

Francesca Pascale e Paola Turci divorziano: dopo due anni sciolta l'unione civile


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.