A- A+
Cronache
Pisa, morta la psichiatra aggredita. Fermato ex paziente accusato di omicidio

Pisa, accertata la morte celebrale della psichiatra aggredita Barbara Capovani. Gli organi saranno donati

E' stata decretata la morte cerebrale per la psichiatra 55enne Barbara Capovani, aggredita venerdì pomeriggio scorso all'esterno dell'ospedale Santa Chiara di Pisa, mentre prendeva la bicicletta per tornare a casa.

"Si è conclusa alle 23.40 la procedura di accertamento di morte con criteri neurologici - viene riportato dal bollettino emesso dall'Azienda ospedaliero-universitaria pisana e dell'Azienda Usl Toscana nord-ovest - Come già preannunciato nel precedente bollettino medico, si procederà alla donazione degli organi così come da volontà espressa in vita dalla dottoressa Capovani, condivisa dai familiari e autorizzata dal magistrato" della procura di Pisa. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
aggreditamortaomicidiopazientepisapsichiatra
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

MediaTech

Affari in rete


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024





motori
Bentley debutta nel mondo dell'Home Office alla Milano Design Week 2024

Bentley debutta nel mondo dell'Home Office alla Milano Design Week 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.