A- A+
Cronache
Qatar-gate, Kaili “mai stata corrotta”. Prorogata di un mese la sua detenzione
Eva Kaili

Qatar-gate, legale Kaili: "E' innocente e non è mai stata corrotta"

"Abbiamo preso l'impegno di non parlare troppo perché l'inchiesta è seria. Vi dico che la signora Kaili è innocente e non è mai stata corrotta". Così il legale dell'europarlamentare greca, Eva Kaili, Mihalis Dimitrakopoulos, uscendo dall'udienza di convalida della carcerazione presso il Tribunale di giustizia di Bruxelles. "Ringrazio tutti e vi prego di non cercare di ottenere altro nel momento in cui la sorte della signora Kaili è per il momento nelle mani della giustizia belga", ha aggiunto l'altro legale belga, Andrè Rizopoulos.

Qatar-gate, il legale della Kaili: non ha parlato in aula

L'ex vice presidente del Parlamento europeo, Eva Kaili, "non ha parlato in aula" all'udienza per la richiesta dei domiciliari nell'ambito dell'inchiesta Qatargate

Qatar-gate, i legali della Kaili: decisione su carcere stasera tardi

La decisione sulla permanenza in carcere di Eva Kaili per lo scandalo del Qatargate sarà presa questa sera tardi. 

Qatar-gate, "mai viste tante fughe di notizie"

"Non abbiamo mai visto una fuga di notizie di questa portata con la violenza del segreto istruttorio, mettendo a rischio il diritto alla difesa", hanno dichiarato gli avvocati dell'ex vice presidente del Parlamento europeo, Eva Kaili, al termine dell'udienza in cui hanno chiesto la sua incarcerazione. "La procura federale ha aperto un'inchiesta", hanno confermato.

Qatar-gate, Grecia: sequestrato a Kaili e Giorgi un terreno di 7 mila mq

L'autorita' antiriciclaggio greca ha sequestrato un terreno di 7 mila metri quadrati che l'eurodeputata greca Eva Kaili e il suo partner, l'italiano Francesco Giorgi, avevano acquistato sull'isola greca di Paros. Lo riferiscono i media locali. Il sequestro e' stato deciso nell'ambito dell'indagine penale preliminare che la Procura per i reati economici greca ha aperto nei confronti dell'ex vice presidente del Parlamento europeo per la presunta commissione dei reati di riciclaggio e corruzione passiva. Secondo i media locali, il congelamento della proprieta' a Paros potrebbe aprire la strada a un processo penale contro Kaili in Grecia se si dimostra che la coppia ha acquistato il terreno con i soldi di attivita' illegali. Inoltre, e' stato congelato un conto bancario comune che la coppia ha utilizzato per acquisire la proprietà.

La detenzione di Eva Kaili è stata prorogata di un mese

Con ordinanza emessa questa mattina, la Camera di Consiglio ha prorogato di un mese la carcerazione preventiva di Eva Kaili". È quanto si legge in una nota della Procura federale belga in merito alla richiesta di scarcerazione dell'ex vice presidente del Parlamento europeo, Eva Kaili, in arresto per corruzione nell'ambito del Qatargate. "Se, entro 24 ore, viene proposto ricorso contro tale decisione, l'interessato comparirà entro quindici giorni dinanzi alla camera d'accusa presso la Corte d'appello di Bruxelles", si legge ancora nella nota. "Nell'interesse delle indagini, al momento non verranno fornite ulteriori informazioni", conclude la procura.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
kailipanzeriqatar-gate
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affaritaliani.it cambia la proprietà: entrano Antelmi, Massa e Brave Capital

Perrino resta direttore

Affaritaliani.it cambia la proprietà: entrano Antelmi, Massa e Brave Capital


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024





motori
Mercedes-Maybach e LaChapelle insieme alla Milano Design Week

Mercedes-Maybach e LaChapelle insieme alla Milano Design Week

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.