A- A+
Cronache
Strage in Papua Nuova Guinea, morte 670 persone. Distrutto un intero villaggio

Strage in Papua Nuova Guinea, un intero villaggio viene travolto da una frana

Si stima che siano almeno 670 le persone che hanno perso la vita in Papua Nuova Guinea, nel sudovest del Pacifico, a causa di una enorme frana che ha sotterrato un villaggio. Lo rende noto l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, spiegando che il bilancio si basa sui calcoli del villaggio di Yambali e dei funzionari provinciali di Enga secondo cui più di 150 case sono state sepolte dalla frana.

«Ci sono circa 150 case sepolte, e si stima che 670 persone siano morte», ha detto Serhan Aktoprak, un funzionario dell’agenzia Onu per l’immigrazione con sede a Port Moresby.

La frana è avvenuta intorno alle 3 del mattino di venerdì. “Non conosciamo ancora il numero esatto di vittime della frana e forse non lo sapremo per qualche tempo”, ha dichiarato un portavoce dell’associazione Care Australia. “L’ora in cui si è verificata la frana fa pensare che il bilancio delle vittime sia destinato a salire”.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Caldo africano con punte fino a 42 gradi. Ecco dove

Caldo africano con punte fino a 42 gradi. Ecco dove





motori
ADAC Opel Electric Rally Cup: leadership verde nei rally europei

ADAC Opel Electric Rally Cup: leadership verde nei rally europei

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.