A- A+
Culture
Fotografia, “Magnum’s first”: alla riscoperta della mostra perduta a Milano
Inge Morath, New Bond Street, London, Great-Britain, 1953_ © Inge Morath Magnum Photos

Curiosa la storia della riscoperta della mostra “Il volto del tempo” (“Gesicht der Zeit”), prima esposizione del gruppo Magnum realizzata tra 1955 e 1956 in cinque città austriache. Le 83 immagini furono ritrovate in una cantina di Innsbruck, ancora chiuse in due grandi casse, cinquant’anni dopo.

La rassegna “Magnum’s first. La prima mostra di Magnum”, da domani al Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano, presenta tutte le foto vintage in bianco e nero e restaurate degli otto protagonisti di quell’avventura: Henri Cartier-Bresson, Marc Riboud, Inge Morath, Jean Marquis, Werner Bischof, Ernst Haas, Robert Capa, Erich Lessing.

“Quando ricevetti la telefonata del direttore dell’Istituto Francese di Innsbruck - racconta la curatrice Andrea Holzherr, Global Exhibitions Manager di Magnum Photos – che mi avvisava del ritrovamento rimasi incuriosita: non avevo mai sentito parlare di quella mostra”.

Affinché la serie di scatti potesse essere riconosciuta come un insieme, le foto di ciascun autore erano montate su pannelli di compensato di vari colori. Così, nella lunga sala del Museo destinata a esposizioni fotografiche, dopo una sorta di prologo con la presentazione di alcune foto dei singoli artisti, sono stati creati scomparti ciascuno dedicato a un autore.

Il primo ospita tre immagini di Robert Capa che, volutamente lontano dal genere di reportage di guerra che lo aveva reso famoso come “Reporter della morte”, documenta un gruppo di popolani che danza a una festa basca, a Biarritz, nel sud della Francia nel 1951.

Poi il francese Riboud con una serie di scatti del 1951, prima del suo ingresso nella Magnum, che mostrano il folklore nei villaggi dalmati, tra Vrlika, Spalato e Dubrovnik. Significativa la foto finale: un grande ritratto del presidente jugoslavo Tito mentre viene riportato al suo posto alla fine di un congresso.

Seguono le immagini dello svizzero Bischof realizzate nei suoi viaggi intorno al mondo: la sua poetica lettura introspettiva gli valse la definizione di “artista”, termine allora non comune per un fotogiornalista.

Cuore della mostra erano e sono le 18 foto di Cartier-Bresson sugli ultimi giorni e il funerale del Mahatma Gandhi, che facevano parte del servizio pubblicato dalla rivista Life nel febbraio 1948.

Ecco i fotogrammi dell’austriaco Haas del kolossal hollywoodiano La regina delle Piramidi del 1955, allestito nelle cave di pietra di Assuan, dove caldo, tempeste di sabbia e Ramadan fecero dell’impresa una vera e propria tortura per le quattromila comparse, quasi tutte musulmane.

Dopo gli scatti del viennese Lessing sull’occupazione nazista della sua città e quelle del 93enne francese Marquis (unico vivente degli otto) scattate durante un viaggio con la moglie - cugina di Capa - in Ungheria, la mostra ci chiude con le immagini dell’austriaca Morath, unica donna membro del gruppo: dieci foto realizzate a Londra, tra Soho e Mayfair, per un articolo pubblicato sulla rivista Holiday nel 1953.

“MAGNUM’S FIRST. La prima mostra di Magnum”

Museo Diocesano Carlo Maria Martini- ingresso da piazza Sant’Eustorgio 3 - Milano

8 maggio – 6 ottobre 2019

Orari: da martedì a domenica dalle 10 alle 18. Chiuso lunedì (eccetto festivi)

La biglietteria chiude alle ore 17.30

Apertura serale: per date e orari consultare il sito www.chiostrisanteustorgio.it

Biglietti : intero: € 8,00; ridotto e gruppi: € 6,00; scuole e oratori: € 4,00

Commenti
    Tags:
    fotografia milano mostramagnum's first milanomagnum's first mostra milanomagnum's first fotografiamagnum's first museo diocesanomagnum's first biglietti milano
    in evidenza
    Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

    Stramare, nuova Diletta

    Carolina, la musa del calcio
    Regina della serie B in tv

    i più visti
    in vetrina
    Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

    Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

    Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.