A- A+
Culture

 

LA TRAMA DI "EXIT"

A e B sono una coppia, ma c'è qualcosa che non funziona più. Questione di affari interni, tra il professore universitario e sua moglie. Parlano tra loro e con il pubblico, per capire quali siano i motivi della crisi che si rivelano molteplici: la politica, i figli, il non averli, il sesso, la gelosia e persino una storia di calzini. La loro storia non sembra avere più sbocchi e vanno alla ricerca di se stessi fuori casa. Oramai è questione di affari esteri. Inutile dire che fuori dal nido si imbatteranno in altri personaggi: C, una giovane studentessa universitaria e D, un altro uomo, destinato molto probabilmente ad essere il trait d'union dei loro destini.

 


di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

fausto paravidino

Fino al 10 marzo va in scena all’Elfo di Milano “Exit”, l'ultima pièce di Fausto Paravidino (nella foto a sinistra, ndr), autore 35enne, il cui talento è riconosciuto non solo in Italia. Si tratta di  una commedia narrativamente compatta, strutturata in tre blocchi (Affari Interni, Affari Esteri ed Europa), tutta dedicata alla crisi di coppia. Dunque certamente non un tema nuovo, e il merito di Paravidino sta nell’affrontarlo con autoironia. “Exit” fortunatamente non si prende sul serio, e finisce per strappare risate una scena sì e l’altra pure. A farla da padrone sono non pochi momenti di raffinata leggerezza e parecchia voglia di giocare con il pubblico e il teatro stesso (con tanto di tecnici che entrano in scena da “protagonisti”).

“Exit” è un’opera riuscita, in cui non mancano momenti tragicomici, finale aperto compreso, ed è dominata da un ritmo cinematografico che non appare quasi mai forzato. Il regista si rifà alle atmosfere delle commedie del miglior Woody Allen (citato, non a caso, in uno dei dialoghi) e può contare sulla buona forma dei quattro attori (Sara Bertelà, Nicola Pannelli, Angelica Leo, Davide Lorino). La coloratissima scenografia e le musiche dal vivo contribuiscono a tenere lontana la banalità da questa riflessione sulla fine di un amore che ha poche cadute e che conferma il talento di Fausto Paravidino.

 

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, SALA FASSBINDER | 27 FEBBRAIO - 10 MARZO 2013 - MAR-SAB: 21:00 / DOM: 16:00
 

EXIT
testo e regia Fausto Paravidino
scene Laura Benzi
costumi Sandra Cardini
musiche Giorgio Mirto
con Sara Bertelà, Nicola Pannelli, Angelica Leo, Davide Lorino
luci Lorenzo Carlucci
produzione Teatro Stabile di Bolzano

 

Tags:
fausto paravidinoexitparavidino exitfausto paravidino teatro
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.