A- A+
Culture
Libri: Chi ha cambiato l'Italia? Il racconto di Antonio Noto

"A torto o a ragione i cambiamenti degli stili di vita sono stati generati piu dal mercato e dall'economia che non dalla politica, che spesso non riesce a gestire i cambiamenti"

Negli ultimi 30 anni i cambiamenti sociali e negli stili di vita in Italia sono stati rapidi e profondi, dall'aumento del ruolo delle donne ai giovani, dalla rivoluzione della longevità alla famiglia, cambiamenti che la politica non ha saputo intercettare e interpretare mentre l'economia è stata in grado di farlo. E' questa la conclusione del libro di Antonio Noto, "Chi ha cambiato l'Italia?", edito da Rubettino, presentato a Montecitorio dallo stesso sondaggista e da un parterre di parlamentari, Maurizio Lupi (Nm), Paolo Barelli (Fi), Michele Gubitosa (M5s), Matteo Richetti (Azione-Iv), Simona Bonafè (Pd).

Il saggio parte dal 1993, anno in cui Antonio Noto, ha iniziato a svolgere sondaggi e descrive i cambiamenti nella società italiana, basandosi, ha spiegato nel corso della presentazione, "non sui sondaggi ma sui dati ufficiali dell'Istat". Emergono alcuni grandi trand come il cosiddetto "empowerment femminile" fotografato dal fatto che il livello di istruzione delle donne ha superato quello degli uomini. La politica tuttavia, in questi anni non ha saputo interpretare questi cambiamenti, con due eccezioni: Silvio Berlusconi nei primi anni della sua discesa in campo, e M5s, con la sua irruzione nel 2013.

"Il mio libro - ha speigato lo studioso - non è un contro la politica, anzi emerge che c'è una forte domanda di politica da parte dei cittadini. A torto o a ragione i cambiamenti degli stili di vita sono stati generati piu dal mercato e dall'economia che non dalla politica, che spesso non riesce a gestire i cambiamenti: ne è un esempio il dibattito sulle nuove famiglie, su cui la politica è bloccata senza riuscire a dare risposte. L'economia invece riesce a interpretare questi cambiamenti, per esempio con le aziende che forniscono welfare per le donne o le famiglie monogenitoriali. Il problema per la politica che non riesce a intercettare i cambiamenti è che il mondo va avanti e viene interpretato dall'economia". Tuttavia, ha spiegato Noto, "I cittadini richiedono una maggiore presenza della politica e che sia la regista del cambiamento, che possa precedere e gestire i cambiamenti e non dia al potere economico il potere di intercettare i cambiamenti". Iscriviti alla newsletter

Tags:
antonio noto





in evidenza
Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"

Guarda il video

Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"


in vetrina
Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia

Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia


motori
Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.