A- A+
Economia
Atlantia, Edizione plaude alla scelta dell'asta su Aspi. Ma titolo ko in Borsa

Seduta pesante per Atlantia a Piazza Affari, dove il titolo della società è arrivato a perdere il 4,2% per poi chiudere a -0,3. A pesare sul gruppo infrastrutturale controllato da Edizione Holding dei Benetton, oltre ai conti diffusi ieri sera, con un rosso al 30 giugno di oltre 750 milioni, è soprattutto la nuova tensione con il governo e con Cassa depositi e prestiti sul futuro di Autostrade per l’Italia. Viste le difficoltà nelle trattative con il gruppo di Via Goito, Atlantia intende valutare altre soluzioni per scendere in Aspi, compresa la cessione della sua quota dell'88% con un'asta internazionale, in modo da salvaguardare anche gli interessi degli altri azionisti.

A influenzare negativamente la quotazione anche i dubbi degli analisti, come quelli di Equita, secondo cui "permangono rischi di liquidità in Atlantia e in Aspi”. In un comunicato diffuso per sera, Atlantia ha fatto sapere che continuerà a trattare con Cdp, ma il board ha votato due proposte alternative: scissione o vendita dell’asset.

Secondo quanto ha riportato il Sole 24 Ore, che ha citato alcune fonti vicine ad Atlantia, le condizioni messe sul piatto dalla Cassa, non erano sostenibili. E così la holding delle infrastrutture ha deciso di cambiare strada: uscirà dal capitale di Autostrade per l’Italia, come previsto dall’accordo siglato il 14 luglio scorso con Palazzo Chigi, ma non lo farà tramite una trattativa diretta con Cassa ma attraverso vendita o scissione dell’asset.

“La vendita tramite un processo competitivo internazionale - gestito da advisor indipendenti - dell’intera quota dell’88% detenuta" nell’asset, al quale in ogni caso "potrà partecipare Cdp congiuntamente ad altri investitori istituzionali di suo gradimento, come già ipotizzato nella lettera"; o "la scissione parziale e proporzionale di una quota fino all’88% di Autostrade per l’Italia mediante creazione di un veicolo beneficiario da quotare in borsa, creando quindi una public company contendibile”, scrive la nota di Atlantia che ha convocato isul tema un consiglio di amministrazione per il prossimo 3 settembre.

Secondo quanto ricostruito in ambienti vicini alla holding, scrive ancora il Sole, ciò che ha fatto saltare una trattativa che sembrava di fatto ben incanalata, è stata la richiesta da parte di Cdp di una manleva per un periodo di quattro anni rispetto a qualsiasi incidente si sarebbe potuto verificare sulla rete. Condizione che per Atlantia non è prevista nei rapporti concessori. Stamane Edizione, con una nota, ha fatto sapere di "condividere le operazioni proposte" dalla controllata e ha comunicato che venderà a condizioni di mercato la quota in Autostrade per l'Italia entro 18 mesi dall'eventuale efficacia della scissione e quotazione in Borsa.

Loading...
Commenti
    Tags:
    atlantiaedizione holdingaspicdpconcessioni autostradali
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Gregoraci, bacio col bel Pierpaolo La piscina è bollente. Foto-Video

    GRANDE FRATELLO VIP 5 NEWS, SQUALIFICA E NOMINATION

    Gregoraci, bacio col bel Pierpaolo
    La piscina è bollente. Foto-Video


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Mokka prezzi a partire da 22.200 Euro in Italia

    Nuova Opel Mokka prezzi a partire da 22.200 Euro in Italia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.