A- A+
Economia
Coca Cola, "bisogna bere acqua". Ronaldo fa crollare il titolo a Wall Street

E’ bastato un semplice gesto di Cristiano Ronaldo per far crollare il prezzo delle azioni a Wall Street e far evaporare 4 miliardi di capitalizzazione di mercato alle bollicine della Coca Cola. "Acqua, ecco cosa bisogna bere”, ha spiegato ieri il fuoriclasse portoghese dopo il 3-0 di Budapest del Portogallo contro l’Ungheria, spostando le due bottiglie della bevanda prodotta dal colosso di Atlanta piazzate accanto al microfono in conferenza stampa, prima di fare un sorso da una bottiglia d'acqua e facendo capire che secondo lui è meglio bere quella.

Una mossa che ha avuto un’eco planetaria come più o meno tutto quel che fa e che ha spinto gli investitori a vendere il titolo Coca Cola per il timore di ricadute sui volumi globali dei consumi della bevanda a stelle e strisce con le bollicine.

Ronaldo si è sempre dichiarato contrario al consumo di bevande gassate, tanto che al figlio maggiore proibisce persino di mangiare patatine e bere, per l'appunto, Coca Cola. Arrivando anche a criticarlo pubblicamente dicendo che il ragazzino non potrà diventare un grande calciatore se continuerà a mangiare patatine e bere quel genere di bibite. Le bottiglie di Coca Cola erano state sistemate sul tavolo della conferenza stampa per motivi di sponsorizzazioni internazionali, ma proprio questo si è ritorto contro la stessa azienda.

Commenti
    Tags:
    coca colaronaldo coca colawall street titolo coca cola
    i più visti
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG


    casa, immobiliare
    motori
    SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

    SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.