A- A+
Economia
Coima Res, Ipo in corso. Obiettivo: un miliardo di investimenti

Coima Res, la società specializzata negli investimenti di immobili commerciali guidata da Manfredi Catella, si prepara all'esordio in Borsa, previsto per il 5 aprile. Con l'Ipo, partita venerdì 18 marzo, intende raccogliere almeno 300 milioni, con 30 milioni di azioni al prezzo di 10 euro l'una, per poi acquisire la qualifica di Siiq (Società di investimento immobiliare quotate). Tra gli obiettivi c'è quello di "acquisire dimensioni comparabili alle principali Siiq europee", ha spiegato Catella, presentando il progetto nella sede di Mediobanca a Milano.

Da venerdì, i vertici di Coima Res hanno iniziato il road show, per la presentazione del progetto agli investitori: dopo New York, Boston e Londra, tappa a Milano e, nei prossimi giorni, Amsterdam e Toronto. L'offerta pubblica terminerà il primo aprile: il 90% delle azioni è rivolto al collocamento istituzionale. Tra gli investitori principali c'è il fondo sovrano del Qatar, che conferirà alla Siiq 96 immobili, gran parte dei quali filiali di Deutsche Bank, in cambio di 14,45 milioni di azioni.

"La durata media residua dei contratti d' affitto - ha spiegato Catella - è di 11 anni e non sono previste clausole di recesso anticipato a favore del conduttore". Alla stabilizzazione della Siiq, Coima Res punta a distribuire un dividendo tra il 4% e il 5%. La società guidata da Catella, il regista della costruzione dei grattacieli che hanno cambiato lo skyline di Milano, destinerà parte dei proventi dell'offerta all'acquisto del Vodafone Village. Ma la società ha un programma in due fasi: "La prima è legata agli investimenti che faremo nei prossimi 6-8 mesi - ha detto Catella - L'idea è di acquisire altri portafogli per 300-500 milioni di euro ma stiamo già guardando operazioni per un miliardo di euro.

Per la seconda fase, 12/18 mesi, parliamo di valori multipli rispetto alla prima fase''. Per Catella, "presentarsi di fronte ai mercati è un atto di coraggio e di responsabilità di fronte al Paese. Il settore immobiliare deve tornare a essere un motore di sviluppo". Il manager ha poi elogiato le mosse della Bce e la strada delle riforme intrapresa dal Governo. Dalle prime tappe del road show "i segnali che stiamo ricevendo sono positivi - ha detto -. C'è desiderio di investire ma c'è anche diffidenza verso il nostro Paese, anche se, grazie alle riforme del governo, viene visto in chiave innovativa. Servono notizie concrete: la fusione Bpm-Banco è un fatto determinante, progetti di questa natura sono urgentissimi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
coima resipocatella
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.