A- A+
Economia
Esselunga, il caso Toti non turba Marina Caprotti. Dividendi, intascati 50mln
Marina Caprotti, presidente di Esselunga

Esselunga, l'erede e presidente Marina Caprotti stacca una cedola da 50 milioni di euro

Il coinvolgimento di Francesco Moncada di Paternò, marito di Marina Sylvia Caprotti presidente di Esselunga, nella Tangentopoli ligure, non turba le tasche della consorte e della madre Giuliana Albera, vedova di Bernardo Caprotti.

Qualche giorno fa, infatti, presieduta proprio dalla Albera s’è svolta l’assemblea dei soci di Superit, che controlla Esselunga al 100% e di cui sono azioniste paritetiche madre e figli tramite intestazione fiduciaria.

LEGGI ANCHE: Tinaba, dopo anni di rosso la creatura di Arpe intravede la luce: bilancio '23

La riunione è servita per approvare il bilancio 2023 che nella sua parte ordinaria s’è chiuso con una lieve perdita di 18mila euro rispetto all’utile di 14,7 milioni del precedente esercizio. Il mini rosso è dovuto al mancato dividendo proveniente da Esselunga, che invece nel 2022 era stato di 15 milioni. Superit è comunque solidissima tenuto conto che dispone di un patrimonio netto di 701,7 milioni.

E così nonostante il mancato utile la vedova Caprotti e la figlia, anche a fronte dei 118,6 milioni di utile del bilancio consolidato 2023, hanno deciso di intascare un dividendo di 49,4 milioni. La super cedola è stata attinta per 1,05 milioni dalla riserva versamenti in conto capitale (così azzerata), per 14 milioni dalla riserva utili portati a nuovo (anch’essa azzerata) e per i restanti 34,3 milioni dalla riserva da sovrapprezzo.






in evidenza
Perrino: "Pierina personaggio ingombrante. Ecco perchè prende corpo un'altra ipotesi di indagine"

Rai, il direttore di Affaritaliani.it a Ore 14

Perrino: "Pierina personaggio ingombrante. Ecco perchè prende corpo un'altra ipotesi di indagine"


motori
Ford Mustang GTD: potenza estrema e design racing a Le Mans

Ford Mustang GTD: potenza estrema e design racing a Le Mans

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.