A- A+
Economia
Fondazione Crt, Giorgetti: "Decisione a brevissimo". Gli ultimi rumor
Anna Maria Poggi

Fondazione Crt, Giorgetti: "Decisione a brevissimo". Gli ultimi rumor

"Sul futuro della Fondazione Crt" decideremo a brevissimo. Così il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti ha dichiarato nelle scorse ore. Il titolare del Mef si appresta a prendere una decisione cruciale per il futuro della Fondazione Crt di Torino, un ente che si trova al centro di un'indagine relativa a presunte manovre illecite. Questa decisione, attesa da tempo, potrebbe portare al commissariamento dell'ente, anche se fonti accreditate riferiscono ad Affaritaliani.it che al momento la situazione sembra tutto sommato tranquilla, con la presidente Anna Maria Poggi che ieri si è recata a Roma per incontrare Vincenzo Meola, responsabile dell'ufficio che sovrintende alle attività di vigilanza sulle fondazioni di origine bancaria. Lo scopo dell'incontro era quello di dimostrare al Mef che l'ente ha ritrovato la serenità perduta e che le recenti dimissioni di quattro consiglieri di amministrazione potrebbero aver risolto alcune delle problematiche in questione.

LEGGI ANCHE: Crt, Poggi sferra il primo colpo: 4 consiglieri si dimettono dalle partecipate

Breve riassunto delle puntate precedenti: la situazione è precipitata a seguito della scoperta di un presunto "patto occulto" tra alcuni consiglieri, finalizzato a influenzare le decisioni della fondazione, un'accusa che ha causato un vero e proprio terremoto all'interno dell'ente, culminato con le dimissioni di figure chiavi e l'intervento del Mef. La Fondazione Crt, uno dei principali azionisti di UniCredit, la seconda banca italiana, è stata scossa dalla controversia scaturita dalla rivelazione dell'ex segretario generale Andrea Varese. Il quale, dopo aver denunciato al Mef un accordo segreto tra consiglieri volto a pilotare le scelte dell'ente, è stato estromesso dalla posizione, scatenando una serie di eventi tra cui la dimissioni del presidente Fabrizio Palenzona e l'avvio di indagini giudiziarie da parte delle Procure di Torino e Roma.

Le tensioni restano alte e la decisione del Mef è attesa con ansia, sia dentro che fuori l'ente torinese, con diversi indagati che hanno manifestato il desiderio di essere sentiti dai magistrati impegnati nelle indagini. Vero è che lo stesso Giorgetti parlò di decisione imminente già un mese fa, ma ora sembra davvero che sia arrivato il momento del redde rationem. Le dimissioni di Antonello Monti, membro del consiglio di amministrazione e considerato una delle figure centrali nell'ambito dell'indagine, potrebbero rappresentare un'ulteriore svolta. Ma tutto tace, per ora, sia a Torino che in Via XX Settembre. Per quanto ancora?






in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


motori
Scopri la LEGO Technic McLaren P1™: La Hypercar da costruire

Scopri la LEGO Technic McLaren P1™: La Hypercar da costruire

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.