A- A+
Economia
GM, mercato in contrazione e sfida elettrica: gruppo via dall'Australia

Mercati difficili e non redditizi e scommesse che non hanno dato i risultati attesi.  Così in vista di un altro anno di contrazione del mercato automobilistico mondiale, General Motors rivede i capitoli di spesa per concentrare le risorse negli investimenti nella nuova mobilità: veicoli autonomi ed elettrici. 

Il colosso a stelle e strisce di Detroit guidato da Mary Barra ha fatto sapere che ridimensionerà le operazioni in Australia, Nuova Zelanda e Thailandia. Nello specifico, GM cesserà di vendere e progettare veicoli Holden in Australia e Nuova Zelanda entro il 2021. General Motors inoltre non venderà più veicoli Chevrolet in Thailandia entro la fine del 2020. Infine, il gruppo Usa sta cedendo un impianto di produzione in Thailandia a Great Wall Motor.

La mossa arriva poco dopo che GM e altri produttori di automobili di Detroit hanno fornito al mercato prospettive deboli per il 2020, dopo quasi un decennio di costante crescita delle vendite in tutto il mondo. Il mercato automobilistico cinese, negli anni passati in forte espansione, dovrebbe contrarsi quest'anno e anche quello statunitense potrebbe registrare un declino significativo. Nel frattempo il produttore di veicoli elettrici Tesla, secondo diversi addetti ai lavori, è destinato a conquistare una fetta più ampia del mercato nei prossimi anni.

L'azienda americana ha precisato che contabilizzerà oneri totali in contanti pari a 1,1 miliardi di dollari dopo il passo indietro in Australia, Nuova Zelanda e Tailandia. Tali costi verrano contabilizzati principalmente nel primo trimestre. Inoltre, più di 500 dipendenti in Australia e Nuova Zelanda dovrebbero perdere il lavoro.

GM ha infine ammesso di non essere riuscita a elaborare un piano strategico per rendere Holden competitiva e offrire un adeguato ritorno sugli investimenti, citando il mercato altamente frammentato dei veicoli nei Paesi in cui gli automobilisti guidano sul lato sinistro della strada. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    general motorsattività estere gmceo gm mary barra
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Salvini: chiese aperte per Pasqua Da sola la scienza non basta

    Coronavirus vissuto con ironia

    Salvini: chiese aperte per Pasqua
    Da sola la scienza non basta


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon

    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.