A- A+
Economia
Grecia, in pensione esclusi i lavori usuranti e via sconti Iva solo per le isole più grandi

di Andrea Deugeni
twitter11@andreadeugeni

PUBBLICITÀ
 
 
 
 

 

La proposta greca di un nuovo pacchetto di riforme per ottenere gli aiuti finanziari internazionali, che il premier Tsipras si è impegnato a consegnare entro oggi, è attesa a Bruxelles "a fine giornata". Un portavoce ricorda che la Commissione e' al momento impegnata nella "valutazione delle esigenze finanziarie e della sostenibilità del debito come da mandato dell'Esm ieri". Una volta che la nuova proposta sarà presentata, sara' a sua volta oggetto di valutazione da parte delle istituzioni in vista della riunione dell'Eurogruppo, che sarà con ogni probabilità convocata per sabato.

A poco dallo scadere del termine per la presentazione del nuovo piano di Atene su pensioni e fisco ai creditori in vista dell'Euro summit di domenica, dead-line per capire se ci sarà o meno la Grexit, Vassilis Primikiris, membro della segreteria nazionale di Syriza e uno dei fondatori assieme ad Alexis Tsipras del partito ellenico, entra nel merito delle proposte che il premier greco metterà sul tavolo dei creditori. Quelle "proposte serie", come le hanno definite la Cancelliera Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande, che permetteranno ad Atene di evitare il default.

E' fiducioso sull'ultimo miglio delle trattative che il primo ministro ellenico Alexis Tsipras deve percorrere?
"Sì, alla fine Tsipras troverà un accordo con i creditori".

I punti su cui le parti si sono scontrate senza arrivare a una sintesi prima del referendum sono la riforma delle pensioni e quella delle aliquote Iva. Cosa proporrete ora per avere i soldi per onorare le scadenze imminenti e vedervi concedere un terzo bail-out?
"Abbiamo fatto una proposta che evita il taglio sulle pensioni e il costo del lavoro. Ora, è in corso il Consiglio dei ministri che sta esaminado gli ultimi dettagli. Sulle pensioni, proproniamo che l'innalzamento dell'età pensionabile a 67 anni, già in vigore, valga soltanto per alcune categorie di lavoratori. Ci sono alcuni mestieri usiranti, come quelli nel settore della cantieristica, che devono permettere l'uscita dal mercato del lavoro prima dei 67 anni".

E sul fisco?
"Questo è il punto più ostico. C'è una discussione, in corso, molto aperta. Non sarà possibile eliminare lo sconto Iva (abbassandolo al 23%) per tutte le isole. Perché la misura sarebbe sopportabile solo da quelle più grandi come Santorini e Mykonos, mentre quelle più piccole hanno bisogno addirittura di uno sconto maggiore  per non rischiare lo spopolamento. Anche se al di là delle misure concrete come l'Iva, il cuore della questione non è questo".

E qual è?
"Il popolo greco può ancora sopportare altri sacrifici, ma non la diversità con i creditori internazionali sulla visione della politica economica. Da una parte, c'è il liberismo sfernato aggravato dall'austerità del Brussels Group e dall'altra il sostenere che non è possibile accendere altri debiti per consentire ai debitori di pagarne degli altri. Quello che è successo fino ad ora in Grecia. Purtroppo, ora siamo con le spalle al muro e saremo costretti ad accettare l'accordo che ci verrà proposto dai creditori, ma subito dopo bisognerà aprire il vero capitolo della discussione e cioè come cambiare la struttura dell'Unione europea".

Tags:
grecia
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.