A- A+
Economia
Il Brera calcio vuole fare l'americano e arriva al Nasdaq: il progetto
Brera Calcio

Il Brera Calcio pronto a sbarcare al Nasdaq

Un progetto ambizioso, visionario, futuristico e futuribile: il Brera Calcio, la terza squadra di Milano, sarebbe pronto a sbarcare al Nasdaq, il segmento dedicato ai titoli tecnologici della Borsa di New York. La formula è un po’ più complicata della mera semplificazione giornalistica, ma il presidente Alessandro Aleotti, intervistato da Affaritaliani.it, è convinto della bontà del progetto e della fattibilità di un modo diverso di affrontare il calcio, specialmente quello non professionistico.

Aleotti, allora vi quotate in Borsa?
Mi sembra una eccessiva semplificazione. Ma sì, attraverso un mio vecchio amico banchiere, Chris Gardner, costituiremo una società cui verranno conferire le azioni del Brera Calcio e poi questo veicolo verrà quotato al Nasdaq.

Facciamo un passo indietro: eravamo rimasti a quando il Brera, con Walter Zenga allenatore, voleva diventare la terza squadra di Milano, entrare nel mondo del calcio professionistico e insidiare la leadership di Inter e Milan. E poi che cosa è successo?
Siamo sempre stati una società dilettantistica, con una storia di intelligenti progetti calcistici su Milano. Poi abbiamo provato a lanciare una sorta di candidatura a terza squadra della città, giocavamo all’Arena, avevamo Zenga come allenatore. Ma era un progetto un po’ velleitario che abbiamo accantonato rapidamente. Ci siamo quindi orientati, per usare un termine molto in voga adesso, verso una logica Esg, utilizzando uno strumento universale, appunto il calcio, per portare avanti interventi che avessero effetti positivi su altri ambiti.

Ci spieghi meglio la vostra idea
Abbiamo declinato il calcio su molti versanti, principalmente su quello sociale. Ad esempio, abbiamo portato nel carcere di Opera il campionato già nel 2004, in collaborazione con Federcalcio e Ministero della Giustizia. Un progetto pilota di cui poi hanno beneficiato altre cinque carceri. In questo modo abbiamo aperto una finestra sul mondo per le prigioni italiane: ogni settimana si doveva fare una partita, sistemando delle deroghe regolamentari perché ovviamente non si poteva giocare in trasferta. Abbiamo anche sviluppato un progetto per coinvolgere le persone Rom per integrarle meglio nel tessuto sociale. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
brera calcio





in evidenza
Atleta iraniano di MMA prende a calci una ragazza che non indossa il velo

Foto e video

Atleta iraniano di MMA prende a calci una ragazza che non indossa il velo


motori
Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.