A- A+
Economia
Made in Italy, rallenta l'export extra-Ue: ma il vino tiene botta (+0,5%)
Prosecco DOC vola in Canada: 10 milioni di bottiglie nell’export 2021

Export, Zoppa (Ice): "Le vendite di beni strumentali rallentano l'export verso extra-Ue di maggio 2024 che però tiene rispetto al 2023"

"I mercati extra-Ue stanno a guardare e mantengono un atteggiamento prudente in attesa degli esiti elettorali in mercati di riferimento per il Made in Italy come Stati Uniti e Regno Unito, rispettivamente secondo e sesto Paese di destinazione delle esportazioni italiane nel 2023". Così parla il Presidente di ICE Agenzia, Matteo Zoppas, in merito ai dati dell’Export extra-Ue di maggio 2024 diffusi oggi dall’Istat.

"Da notare il segnale positivo che arriva dagli USA per quel che riguarda l’incoraggiante inversione di tendenza per i prodotti agroalimentari, cresciuti del 18,2% tra gennaio e aprile 2024. Anche il vino che ha vissuto un momento di estrema incertezza e preoccupazione da parte dei produttori italiani per i risultati del 2023 registra tra gennaio e aprile 2024 una tenuta a +0,5%; un dato non ancora pienamente positivo che fa respirare uno dei comparti più strategici del Made in Italy agroalimentare negli Stati Uniti.

Preoccupa il perdurare delle tensioni geopolitiche che continuano a influire sui mercati del credito e sulla logistica e movimentazione delle merci. Ulteriore elemento di attenzione riguarda gli effetti della eventuale introduzione di dazi che nei prossimi mesi potrebbero influire significativamente, soprattutto sugli scambi di beni intermedi. A maggio 2024 le esportazioni verso i Paesi extra-UE si sono ridotte rispetto al mese precedente del -2,3% ma hanno tenuto se paragonate ad un anno fa +0,1%, grazie alla crescita delle vendite di beni di consumo durevoli e non, rispettivamente a +28,2% e +7,3%, che è stata controbilanciata dal forte calo dei beni strumentali (-11%).

LEGGI ANCHE: Meglio di Stati Uniti e Francia. Export, l'Italia è quinta al mondo

Da segnalare nel confronto annuale l’ulteriore crescita delle esportazioni verso la Turchia (+29,4%) seguita dai Paesi dell’area del Sud America (+9,6%); la sostanziale tenuta di Regno Unito (+2,1%), Opec (+1,2%) e Stati Uniti (-0,3%) accompagnati però dal calo delle vendite in Svizzera (-11,4%), Giappone (-4,3%), Paesi dell’area del sud-est asiatico (-4,2%) e Cina (-3,2%). Bene il saldo commerciale che nei primi 5 mesi dell’anno si conferma ampiamente positivo, a 26,5 miliardi, più del doppio rispetto ai 12,5 miliardi dello stesso periodo del 2023.”






in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.