A- A+
Notizie dalle Aziende
GoDaddy, lo studio: causa pandemia 46%delle imprese cambia modello di business

GoDaddy: la pandemia rivoluziona le imprese italiane, il 46% ha cambiato modello di business

In che modo la pandemia ha cambiato il modo di fare impresa e come hanno reagito le aziende? L’ultima edizione dell’Osservatorio di GoDaddy, provider di domini e strumenti digitali per PMI e imprenditori, ha preso in esame circa 5.100 piccole e medie imprese presenti in Italia, Germania, Francia e Spagna per trovare una risposta a queste domande.

Lo studio di GoDaddy, condotto dalla società di ricerca Kantar, ha rilevato che in Italia il 51% delle PMI ha subito perdite in seguito alla pandemia, percentuale che sale al 54% per le imprese francesi. In Spagna la situazione migliora leggermente, qui il dato sulle attività penalizzate scende al 47%, ma è la Germania a dimostrare in modo netto la sua solidità economica: il 40% delle imprese intervistate ha dichiarato di non aver subito l’impatto della crisi, mentre “solo” il 39% ha affermato di aver avuto ripercussioni negative.

Uno dei temi principali che guida le scelte strategiche delle imprese italiane è l’ottimizzazione dei costi: il 15% degli intervistati ritiene che sia la priorità per il proprio business, mentre questo aspetto risulta meno centrale per le aziende francesi (6%) e per quelle tedesche e spagnole (entrambe 7%).

Ma di fronte a questo periodo di incertezza, le piccole e medie imprese italiane hanno mostrato anche la loro proattività: nel 46% dei casi hanno modificato il proprio modello di business e un 20% ha sviluppato nuove aree, percentuale che supera sia la Germania (17%), che la Francia (14%). 

A crescere sono soprattutto le strategie digitali e l’attività online: il 34% delle imprese italiane intervistate ha dichiarato di utilizzare i canali social per promuovere i propri prodotti e servizi e il 12% si affida a marketplace. Proprio l’aspetto degli e-commerce risulta particolarmente interessante: un terzo delle aziende italiane ha iniziato a vendere online negli ultimi due anni e, durante la pandemia, il 13% ha aperto o potenziato i propri canali di vendita digitale, superando il trend di Spagna (12%), Francia (8%) e Germania (7%).

Durante il lockdown abbiamo assistito ad una profonda accelerazione dell’utilizzo degli strumenti digitali a tutti livelli [...] l’Italia è stato il mercato in cui abbiamo notato una risposta più proattiva da parte degli imprenditori per trovare nuove aree di business ancora inesplorate” ha dichiarato Gianluca Stamerra, Regional Director di GoDaddy per Italia, Spagna e Francia, che vede in questi dati ulteriori margini di miglioramento e nuove opportunità di rilancio per le aziende italiane.

Commenti
    Tags:
    godaddy studio pandemia impresegodaddy osservatoriogodaddy stamerragodaddy italia mercatogodaddy 2021
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    David di Donatello, il commovente discorso della figlia di Mattia Torre

    Spettacoli

    David di Donatello, il commovente discorso della figlia di Mattia Torre


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo: Giulia GTA il massimo della potenza e del piacere di guida

    Alfa Romeo: Giulia GTA il massimo della potenza e del piacere di guida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.