Per segnalazioni: corporate@affaritaliani.it
A- A+
Corporate - Il giornale delle imprese
Nasce Acqua Campus Natura, polo d’eccellenza ANBI-CER

Il ruolo dei consorzi di bonifica per una economia sostenibile

 

Le zone umide sono aree di eccezionale rilevanza, perché forniscono innumerevoli benefici all’ecosistema: il 40% delle specie vegetali  ed  animali del mondo nasce, vive e si riproduce proprio al loro interno.

Anche in Emilia Romagna, però, fenomeni climatici ormai endemici , come  la riduzione dei periodi di pioggia e l’incremento delle temperature, stanno   prosciugando le zone umide ed incrementando il livello della quantità salina in quelle costiere, nelle quali si è già assistito a vistosi effetti negativi sugli uccelli palustri.

Per questo  il Consorzio C.E.R. - Canale Emiliano Romagnolo, sotto l’egida di ANBI, ha deciso di dar vita ad  “Acqua Campus Natura”, nuova area  di tutela sperimentale, che affianca i due poli di eccellenza, già esistenti sulla ricerca agronomica in campo e sull’efficienza  idrica in agricoltura; presentato ufficialmente a Ravenna, il nuovo centro ecologico strategico ha sede nell’Oasi di Volta Scirocco, a Mandriole di Sant’Alberto, all’interno del Parco Regionale del Delta del Po  e ha come “mission”, la salvaguardia ambientale del sito, dei suoi corridoi ecologici e della biodiversità locale.

Ad “Acqua Campus Natura” collaborano Comune di Ravenna, Parco del Delta del Po e CESTHA (Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat); obbiettivo è lo studio approfondito delle possibili azioni per contrastare la progressiva salinizzazione delle acque, conseguenza dei cambiamenti climatici e ne è simbolo, l’impegno per  la tutela e la riproduzione  della testuggine Emys orbicularis, prossima al rischio di estinzione e ancora presente nell’area .

“Il cambiamento climatico  – commentano il Presidente,  Nicola Dalmonte ed il Direttore  del Consorzio  C.E.R., Paolo Mannini – sta colpendo duramente sia l’ambiente che il mondo agricolo del nostro territorio dove, lungo un’asta di 130 chilometri, il Canale Emiliano Romagnolo fornisce acqua a 13.000 ettari, tra cui le zone umide di Punta Alberete  e Valle Mandriole.”

Le aree umide contribuiscono all’equilibrio idraulico del territorio, migliorano la qualità dell’acqua grazie al processo di fitodepurazione e nelle zone  costiere sono fondamentali per proteggere il litorale dall’erosione, nonchè dalla risalita del cuneo salino, che contamina terreni e falde. Importante è anche il loro effetto per contrastare una delle cause dei cambiamenti climatici: le zone umide possono, infatti, prelevare ed immagazzinare carbonio nel suolo e nella sostanza organica fino a 55 volte più velocemente delle foreste pluviali tropicali. Purtroppo, nonostante la loro importanza, il 35% delle zone umide del mondo sono andate perdute negli ultimi 50 anni e stanno scomparendo molto più velocemente delle foreste; molte specie di piante e di animali dipendenti dalle zone umide sono quindi a rischio di estinzione.

L’area umida di Volta Scirocco, originata dalla costruzione della Traversa fluviale sul fiume Reno, è da oltre 50 anni salvaguardata dal Consorzio C.E.R. e dopo ripetute azioni  di rinaturalizzazione è oggi caratterizzata dalla presenza di prati umidi, canneti e paludi, popolati da flora e fauna di alto interesse naturalistico, diventando  ideale sito di studio sulla salvaguardia della biodiversità legata all’acqua.

“E’ questa una piena espressione della cosiddetta terza missione dei Consorzi di bonifica ed irrigazione: quella ambientale. La pandemia – commenta Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – ci ha fatto riscoprire l’esigenza del benessere in sintonia con la natura; per questo, le aree umide devono essere un patrimonio consapevolmente a disposizione di tutti ed in compatibile armonia con le attività umane, perché non c’è ambiente gestito senza agricoltura responsabile così come non può esserci qualità agroalimentare senza un habitat salubre.”   

A fargli eco è Barbara Lori, Assessore a Programmazione Territoriale e Paesaggistica di Regione Emilia Romagna: “Acqua Campus Natura è un decisivo passo avanti nell’ambito della tutela della biodiversità. Il documento programmatico Prioritised Action Frameworks, da noi recentemente approvato, individua oltre 6.000 interventi da realizzarsi tra il  2021 ed il 2027 per la tutela e la valorizzazione dei 159 siti della Rete Natura 2000 presenti nella regione.”

 

 

Il ruolo dei consorzi di bonifica nel sistema economico ed ambientale 

Commenti
    Tags:
    acquaanbibiodiversitàcambiamento climaticofiume pogreengreen economy




    Gli Scatti d’Affari

    Octopus Energy presenta ‘Power Pack’: l'iniziativa prevede ricariche gratuite

    Gli Scatti d’Affari

    Intesa Sanpaolo, Gallerie d’Italia: conclusa la mostra dedicata a Maria Callas

    Gli Scatti d’Affari

    OVS annuncia la partnership con Rai per la serie tv 'Mare Fuori'

    Gli Scatti d’Affari

    The Hospitality Experience: annunciata l’apertura del Borgo dei Conti Resort

    Gli Scatti d’Affari

    Milano, Salone del Mobile: presentata la 62ª edizione

    Gli Scatti d’Affari

    Milano, AI Festival: conclusa la prima edizione 'Exploring Generative AI'

    Gli Scatti d’Affari

    ASPI, prosegue la sperimentazione della guida autonoma

    Gli Scatti d’Affari

    Alia Multiutility, al via la campagna per sensibilizzare al decoro urbano

    Gli Scatti d’Affari

    Open Fiber, Friuli: annunciata la fase finale dei lavori per il Piano BUL

    Gli Scatti d’Affari

    BPER e BEI: siglato accordo per sostenere la crescita delle PMI con €1,7 mld

    Guarda gli altri Scatti
    
    in evidenza
    Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera

    Inverno pieno

    Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera


    motori
    INEOS Fusilier: il nuovo 4x4 a zero e basse emissioni

    INEOS Fusilier: il nuovo 4x4 a zero e basse emissioni

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.