A- A+
Economia
Patrimoniale, Bersani insiste: la proposta divide la maggioranza

Pierluigi Bersani lo chiama "meccanismo di solidarieta'" perche' "chi e' meno colpito dagli effetti della crisi e ha di piu', deve dare di piu'". E' un grande classico della politica italiana che a ogni finanziariatorna d'attualita': la patrimoniale. Un modo semplice, rapido edefficace per fare cassa e redistribuire un po' di reddito. In Spagna Pedro Sanchez, capo di un governo ha appena approvato una imposta dell'1% per i patrimoni superiori ai 10 milioni di euro. In Italia è Nicola Fratoianni a prendere la palla al balzo per rilanciare una proposta cara a Sinistra italiana. "Quella di Sanchez non e' un'idea folle - dice il leader di SI- ma una misura di civilta' a favore di chi sta pagando piu'duramente il prezzo della crisi".

"La crisi economica ha prodotto nuove diseguaglianze e ampliato l’area della povertà nel nostro Paese. In questa fase, 'chi ha di più è giusto che dia di più' ed è per questo che insieme ad altri colleghi del gruppo di Liberi e uguali ho presentato un emendamento alla legge di bilancio per istituire, per il solo anno 2021, un 'contributo di solidarietà a carico delle grandi ricchezze', che è misura differente e alternativa alla cosiddetta patrimoniale". Lo scrive, in una nota, il capogruppo di Liberi e uguali alla Camera, Federico Fornaro. "A essere soggetti al contributo di solidarietà sarebbero i contribuenti con una ricchezza netta superiore a 1,5 milioni di euro, escludendo dal calcolo l’abitazione principale così come definita dalla normativa Imu. L’aliquota prevista è dell’1% da versare entro il 30 novembre 2021. Il gettito prodotto dal contributo di solidarietà verrebbe finalizzato all’attuazione di politiche sociali atte a contrastare gli effetti prodotti dalla crisi determinata dalla pandemia Covid 19". I firmatari dell’emendamento sono Fornaro, Bersani, De Lorenzo, Epifani, Pastorino, Stumpo, Muroni e Palazzotto. 

Fratoianni ha presentato l'emendamento alla alla legge di Bilancio all'esame della Camera: "In Italia ci sono poco piu' di 2.200 italiani con un patrimonio personale di 50 milioni di euro. Con una tassazione del 2% si potrebbero ricavare almeno 10 miliardi di euro. A me pare una semplice questione di giustizia", sottolinea l'esponente di Leu. Giovanni Paglia, responsabile economico del partito, ha in mente un'aliquota dello 0,5% da applicare suipatrimoni a partire da 10 milioni che cresce fino al 2% per chi detieneoltre 50 milioni di euro. Con questo schema la stima di gettito arrivaad almeno 18 miliardi di euro. "In realta' di patrimoniali ne esistono gia' diverse e sono tutte piccole, come l'imposta di bollo sui conticorrenti o l'Imu sulla seconda casa", spiega Paglia alla Dire. Paradossalmente, osserva, "sono imposte sui piccoli patrimoni mentre inItalia dove non c'e' un'anagrafe delle ricchezze, i grandi patrimoni nonsono censiti.

Noi proponiamo di togliere le patrimoniale 'piccole' e dimetterne una su tutta la ricchezza posseduta da una persona, ovunquedetenuta, sia in Italia che all'estero, con una franchigia di 10 milionidi euro". La parola 'patrimoniale' in Italia e' un tabu. "Ma quello diun contributo di solidarieta' dai ricchi e' un tema che tornera' ancora.In Italia - spiega Paglia- la ricchezza ha radici antiche. I ricchi sonosempre gli stessi. Porre il tema di tassarli un po' di piu' e' un fattodi equita' ma anche di modernita' come testimonia il dibattito che si e'aperto anche negli Usa. Per dire, Bezos aveva zero redditi, perche' nonaveva stipendio. Non bisogna tassare i redditi ma le ricchezze".

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    patrimonialebersani
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Governo, restyling per l'M5S: Grillo lancia il nuovo 'Movimento'

    La crisi vissuta con ironia

    Governo, restyling per l'M5S:
    Grillo lancia il nuovo 'Movimento'


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes entra nel mondo full electric con la EQA

    Mercedes entra nel mondo full electric con la EQA

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.