A- A+
Economia
Pensioni Quota 63 dopo la fine di Quota 100: svolta Inps. Cosa cambia
Inps Lapresse

Pensioni Quota 63 dopo la fine di Quota 100: svolta Inps

Quota 100 sostituita da quota 63? La pensione proposta dall’INPS con la quota contributiva apre il dibattito tra le parti sociali. Uscita dal lavoro anticipata a 63 o 64 anni con la liquidazione all’accesso solo della quota contributiva dell’assegno.

La quota retributiva? Il pensionato l'avrà al compimento di 67 anni. Così facendo i lavoratori che ricadono nel sistema misto potrebbero accedere alla pensione ad un massimo di 64 anni come succede attualmente con la pensione anticipata contributiva riservata, però, solo ed a coloro che non hanno anzianità contributiva prima del 1 gennaio 1996.

Pensioni, Inps benedice Ape allargato. Quota 41 ko nel post quota 100

Un Ape sociale più 'forte' nella riforma pensioni che svolterà dopo il 31 dicembre 2021 quando scadrà Quota 100 (ossia la misura di pensionamento anticipato che permette di uscire dal lavoro con 62 anni di età e 38 di contributi). (Ape sociale allargato e riforma pensioni: leggi i dettagli).

E INOLTRE...

Pensioni: dopo Quota 100 via dal lavoro a 62-63 anni con il nuovo fondo

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ape sociale pensionipensionipensioni anticipatepensioni ape socialepensioni inpspensioni quota 100pensioni tridico
    i più visti
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.