A- A+
Serie TV
Christian 2: trama, protagonisti e indiscrezioni sul futuro
Claudio Santamaria e Edoardo Pesce

Christian, la serie

Christian è una serie televisiva italiana Sky Original diretta da Roberto Saku, che è anche il suo creatore, e da Stefano Lodovichi. Prodotta da Sky Studios e da Lucky Red, in collaborazione con Newen Connect, è identificabile nel genere “supernatural crime drama” ed è liberamente ispirata alla graphic novel Stigmate di Claudio Piersanti e Lorenzo Mattotti.

La prima stagione della serie, trasmessa dal 28 gennaio 2022 su Sky Atlantic, ha ottenuto un successo per certi versi prevedibile. La seconda, composta da 6 episodi, è stata trasmessa dal 24 Marzo 2023, e pertanto è già disponibile su Sky e, in streaming, solo su NOW.

Ma dove eravamo rimasti con la prima stagione di Christian? E quali sono le novità di questa seconda stagione? Ecco tutto quello che devi sapere prima di iniziare la visione.

 

CHRISTIAN | IL TRAILER

 

Cast e attori principali di Christian

 

Molti sono i personaggi che assumono un ruolo importante nella storia raccontata nella serie televisiva Christian. Riportiamo qui di seguito i protagonisti e i più ricorrenti:

 

  • Christian, interpretato da Edoardo Pesce, è il vero protagonista, quello che dà il nome alla serie, un picchiatore, regolatore di conti per Lino, che scopre di possedere poteri di guarigione e risurrezione dopo la comparsa delle stigmate sulle sue mani;

     

  • Lino, interpretato da Giordano De Plano, è il boss del quartiere, una sorta di fratello acquisito di Christian, il quale però finisce per ucciderlo alla fine della prima stagione;

     

  • Matteo, interpretato da Claudio Santamaria, è l’emissario del Vaticano che indaga sui poteri di Christian ed è ossessionato dal trovare qualcuno che lo aveva tratto in salvo molto tempo prima;

     

  • Rachele, interpretata da Silvia D'Amico, è la vicina di casa di Christian, una tossicodipendente che, una volta tornata in vita, convince Christian a far fruttare i suoi poteri in cambio di soldi;

     

  • Davide, interpretato da Antonio Bannò, è il figlio di Lino nonché miglior amico di Christian;

     

  • Italia, interpretata da Lina Sastri, è la madre di Christian, una donna malata di Alzheimer che viene guarita dal figlio;

     

  • Padre Klaus Cerni, interpretato da Ivan Franek, è un sacerdote allontanato dal Papa che vive in isolamento e aiuta Matteo a scoprire un segreto;

     

  • Biondo, interpretato da Giulio Beranek, si pensa sia l’angelo custode di Christian e Matteo, ma si rivela essere, alla fine della prima stagione, il diavolo;

     

  • Tomei, intrepretato da Francesco Colella, è lo stravagante veterinario di quartiere, un personaggio bizzarro che non opera solo sugli animali;

     

  • Benedetta, interpretata da Selene Caramazza, è la ragazza che vediamo in alcuni flashback mentre partorisce in una clinica sostenendo di essere vergine (il suo bambino le viene strappato via subito dopo la nascita);

     

  • la Nera, interpretata da Laura Morante, presente nella seconda stagione, è la donna misteriosa arrivata per “ripristinare l’ordine”, in contrapposizione con ciò che cerca di fare il Biondo;

     

  • Esther, interpretata da Camilla Filippi, è un’outsider di Città-Palazzo (la location principale della serie), compare nella seconda stagione e diventa una figura importante per Matteo, anche se solo nell’ultimo episodio si scopre la sua vera identità.

Guarda la gallery con gli attori

 

Edoardo Pesce

https://www.instagram.com/edoardo_pesce/

 

Giordano De Plano

https://www.instagram.com/giordano.deplano/

 

Claudio Santamaria

https://www.instagram.com/claudio_santamaria/

 

Silvia D’Amico

https://www.instagram.com/silvindamico/

 

Antonio Bannò

https://www.instagram.com/antoniobanno/

 

Lina Sastri

https://www.instagram.com/lina_sastri_official/

 

Ivan Franek

https://www.instagram.com/franek_ivan/

 

Giulio Beranek

https://www.instagram.com/giulioberanek/

 

Francesco Colella

https://www.instagram.com/fra_colella/

 

Selene Caramazza

https://www.instagram.com/selenecaramazza/

 

Camilla Filippi

https://www.instagram.com/camillafilippiofficial/

 

 

 

Trama Christian

 

Nella prima stagione della serie televisiva Christian abbiamo visto il protagonista che passa dall’essere lo scagnozzo del boss Lino a diventare di punto in bianco un guaritore. All’improvviso, l’uomo comincia a sentire un forte dolore alle mani, sulle quali si aprono in poco tempo delle stigmate. Christian ne è inizialmente spaventato e preoccupato, ma capisce presto di avere dei poteri, in particolare quando, semplicemente toccando Rachele, ormai morta, riesce a riportarla in vita. Qualche tempo dopo l’uomo viene preso in custodia da un gruppo di nomadi di un circo. Insieme all’amica resuscitata, inizia quindi a fare delle ricerche sulle stigmate.

Nel frattempo, le voci sul suo potere iniziano a girare e arrivano a Matteo, un postulatore del Vaticano che, dopo essere stato investito da piccolo, è sopravvissuto grazie a un miracolo. Da quel momento, la sua ossessione è diventata la scoperta di persone con veri poteri curativi. L’emissario fa visita a Italia, la madre di Christian, ma la donna appare confusa e non riesce a dargli le risposte cercate. Poco dopo il protagonista usa il proprio potere per risvegliare Anna, la moglie del boss, in coma da quindici anni. Rachele convince a questo punto Christian a guadagnare dei soldi grazie a questo miracoloso potere curativo. Matteo, invece, lo affronta e i due iniziano una discussione animata. All’arrivo di Italia, si rendono però conto che la donna è improvvisamente guarita dall'Alzheimer. Un nuovo miracolo da parte del protagonista, di cui si iniziano a scoprire anche le origini. Vediamo infatti in un flashback padre Klaus, nel 1984, fare visita in ospedale a una ragazza di nome Benedetta, che sostiene di essere incinta pur essendo vergine. Effettivamente è lei a dare alla luce un bambino, ma il piccolo le viene portato via dal sacerdote, che decide di affidarlo subito a un infermiere.

Durante un incontro con Italia, che ha riacquistato pienamente la sua lucidità, Matteo scopre che Christian non è il suo figlio naturale, ma che lo ha ricevuto in affidamento da un uomo misterioso. Quest’ultimo le diede anche un monito. Se qualcuno si fosse presentato per chiedere di quel bambino, lei avrebbe solo dovuto rispondere: “Ancilla Domini”. L’emissario risale quindi alla clinica che porta quel nome, la stessa dove Benedetta aveva dato alla luce proprio Christian. Qui ritrova anche padre Klaus, ormai allontanato dalla Chiesa per volere del Papa. Il sacerdote gli consegna una pennetta usb contenente una registrazione. Matteo scopre così che l’infermiere che prese in custodia il piccolo Christian è la stessa persona che lo ha salvato dopo il suo incidente da bambino.

Nel frattempo Rachele continua a trovare clienti per Christian, il quale dà una dimostrazione pubblica dei suoi poteri resuscitando Michela. Durante una messa, Italia attacca il boss Lino per il male che ha fatto alle famiglie del quartiere, privandole anche della speranza di un futuro migliore. Un’onta che non passa a lungo impunita. L’uomo si vendica infatti uccidendo Italia. La soffoca con un cuscino sulla poltrona della sua abitazione, per poi sparare a Christian. Il colpo lo prende in pieno e Lino se ne va, convinto di aver ucciso il suo ex protetto. Ma il guaritore poco dopo si sveglia a casa dell’angelo custode, ossia l’infermiere misterioso che lo aveva salvato nella clinica e che ora, invece, lo incita a perdonare Lino. Quest’ultimo gli chiede scusa in prima persona e riceve in cambio un abbraccio ‘letale’. Christian lo stringe infatti così forte da spezzargli il collo, prima di gettarlo nel vuoto. Nel finale di stagione capiamo quindi che l’angelo custode è in realtà il Diavolo mentre Christian altro non è che l’Anticristo. Un personaggio negativo diventato ormai la speranza, per le persone della Città-Palazzo, di un futuro migliore.

Nella seconda stagione, il protagonista passa quindi dall’essere uno dei tanti scagnozzi di Lino a trasformarsi nel punto di riferimento di un’intera comunità, il “re” di Città-Palazzo. Deve perciò imparare, con non poche difficoltà, a compiere scelte per il bene di tutti. Viene aiutato in questa impresa da Rachele, ormai diventata una “paladina della giustizia”. I due decidono di fare del bene e rivoluzionare in positivo la comunità di Città-Palazzo, di cui fa ormai parte anche Matteo, il quale sceglie però di andare a vivere nella canonica per continuare la sua missione. Nella nuova stagione, a movimentare la situazione, compaiono due nuovi personaggi femminili: la Nera, che si potrebbe definire una sorta di alter ego del Biondo, ed Esther, ragazza che diventa molto vicina a Matteo e lo aiuta in diverse occasioni. Insomma, nei nuovi episodi non mancano i colpi di scena e incredibili ribaltamenti degli equilibri iniziali. In questa serie le cose non sono infatti quasi mai ciò che sembrano.

Guarda anche Mare fuori 4: cosa aspettarsi dalle nuove puntate dopo il gran finale della terza stagione con la presenza di Ciro

 

CHRISTIAN | Nuova stagione | Trailer

 

Chi è Edoardo Pesce, l’attore protagonista di Christian

 

Christian è il protagonista della serie televisiva omonima e a interpretarlo è l’attore italiano Edoardo Pesce. Nato a Roma, il 12 settembre 1979, è cresciuto tra il quartiere periferico di Tor Bella Monica e il centralissimo Prati. Ha frequentato la scuola Ribalte, diretta da Enzo Garinei, e poi la scuola Teatro Azione, diretta da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi. La notorietà come attore arriva nel 2008 quando ottiene il ruolo di Ruggero Buffoni, che mantiene per ben due stagioni, di Romanzo criminale - La serie.

Successivamente, nel 2012, ottiene il ruolo di co-protagonista della miniserie Ultimo - L'occhio del falco, insieme a Raoul Bova, e poi quello di Sergio nella miniserie Un matrimonio di Pupi Avati. Nello stesso anno ottiene anche il ruolo di Mazzone nel secondo film di Massimiliano Bruno, Viva l'Italia, ed è nel cast del lungometraggio Il terzo tempo diretto da Enrico Maria Artale, in concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2013. Recita poi anche in Squadra antimafia - Palermo oggi, in Non è mai troppo tardi e nel 2013 comincia anche a girare la sesta stagione della serie I Cesaroni, prodotto molto popolare nel quale interpreta Annibale Vitale, fratellastro omosessuale di Giulio, Cesare e Augusto.

Nel 2015 viene scelto per il ruolo di co-protagonista nel film Se Dio vuole, per il quale viene premiato al Magna Grecia film festival come migliore attore. Nello stesso anno recita nel film Il centro del mondo ed è il protagonista del cortometraggio Varicella di Fulvio Risuleo, vincitore della Settimana internazionale della critica del Festival di Cannes 2015. Due anni dopo, è stato invece candidato ai Nastri d’argento 2017 come migliore attore non protagonista per il suo ruolo nei film Fortunata di Sergio Castellitto e Cuori puri di Roberto De Paolis, entrambi presentati al Festival di Cannes 2017.

Arriviamo al 2018, anno in cui viene scelto da Matteo Garrone per interpretare Simoncino in Dogman, film ispirato al caso del “Canaro della Magliana”, presentato in concorso ufficiale al Festival di Cannes. Grazie a questo ruolo vince il Nastro d’argento come migliore attore protagonista nello stesso anno e il David di Donatello come miglior attore non protagonista nel 2019.

Nel 2020 recita in La stanza di Stefano Lodovichi e nel 2022 ottiene il ruolo di Christian nell’omonima serie di Sky Atlantic.

Oltre alla recitazione, l’altra grande passione di Edoardo Pesce è la musica. Scrive e suona sia con l’Orchestraccia, band popolare più volte protagonista anche sul palco del Primo maggio, sia con la sua band di «blues-soul romanesco», come da lui spegato: i Saint Peter Stones.

L’attore ha un account Instagram e un discreto seguito social, ma su questa piattaforma pubblica contenuti legati solamente alla sua vita professionale. Estremamente riservato sulla sua vita privata, dovrebbe essere sentimentalmente impegnato. A quanto pare la donna del suo cuore non fa però parte del mondo dello spettacolo.

 

CHRISTIAN | Come è nata l’idea della serie?

 

Chi è il “Biondo”, l’angelo custode di Christian?

 

L’angelo custode di Christian, nell’omonima serie televisiva, colui che lo prende appena nato da una ragazza vergine e lo affida a Italia, nonché salvatore misterioso del futuro emissario del Vaticano Matteo, quando era bambino, è chiamato il Biondo. Figura misteriosa in tutte le sue apparizioni nella serie tv, caratterizzato dalla chioma biondo platino, da un’aura eterea e da una sottile vena comica, si scopre essere, alla fine della prima stagione. il diavolo in persona. A interpretarlo è Giulio Beranek, attore italiano nato a Taranto il 26 gennaio 1987 da padre ceco e madre di origini spagnole, all’interno di una famiglia circense e di giostrai. Nella realtà non è biondo, ma anzi ha i tipici tratti mediterranei.

Viene scovato tra le scuole dal regista Alessandro Di Robilant, divenendo così attore quasi per caso. Ottiene così il ruolo del protagonista, Tiziano, nel suo film Marpiccolo. Questo sarà il suo esordio cinematografico, nel 2009. Un ruolo che gli spiana la strada verso altri successi.

Nel 2011 interpreta Marcellino nel film Senza arte né parte di Giovanni Albanese, e poi diversi ruoli in alcune serie tv sia di Mediaset, quali Distretto di Polizia e Le mani dentro la città, sia Rai, come Tutta la musica del cuore. Nel 2012, invece, è nel film noir L'innocenza di Clara di Toni D'Angelo. Dal 2015 rimane in Rai, ed è nel cast di Tutto può succedere nei panni di Lorenzo, di Il cacciatore nel ruolo di Mico Farinella, e poi di Vivi e lascia vivere nel ruolo di Luciano.

E naturalmente è il Biondo nella serie televisiva Sky Christian, in cui lo vediamo con un look molto diverso, tanto che lui stesso si sarebbe definito “irriconoscibile” in quel ruolo.

 

Qual è la location in cui è ambientato Christian?

 

Nella serie televisiva Christian l’ambientazione riveste un ruolo importante, in quanto tutte le vicende ruotano attorno alla Città-Palazzo, un piccolo grande mondo racchiuso in un quartiere. In realtà il centro della vita dei personaggi della serie, una sorta di micro-città autosufficiente, è l’insieme di due quartieri popolari di Roma: Corviale e Vigne Nuove. Unendo le riprese di diverse zone delle due location, la Città-Palazzo che vediamo in Christian si trasforma in un quartiere nuovo e metafisico, così com’era nelle intenzioni dell’ideatore. Ma nella serie tv appaiono anche le strade eleganti del quartiere Parioli, i giardini luminosi del Celio, le architetture solenni dell’Eur. E ci sono anche alcune scene girate in esterna, come quelle nell’affascinante Civita di Bagnoregio, l’abbandonata “città che muore” a metà strada tra Orvieto e il lago di Bolsena, e quelle a Monterano, la città fantasma a ovest del lago di Bracciano, avvolta e circondata da una natura splendida che si è ripresa i suoi spazi.

Alcune scene della seconda stagione si spingono anche oltre i confini nazionali, per la precisione in Marocco. Inoltre, nella prima stagione, alcuni luoghi sono stati ricostruiti in studio, come il laboratorio di Tomei, le case di Christian e Rachele e l’interno della Canonica.

 

Dove si trova il palazzo della serie Christian?

 

Il palazzo protagonista di numerose scene della serie televisiva Christian, quel blocco di cemento, corridoi, scale e panni stesi ovunque, esiste davvero. Nella realtà il palazzo si trova nella zona di Corviale, o a Nuovo Corviale, nella periferia sud-ovest della capitale, ed è chiamato dai romani “il Serpentone” per via della sua forma e delle sue dimensioni. Questa enorme costruzione è formata da due grandi palazzi, posti uno di fronte all’altro, che si snodano per 980 metri (quindi quasi un chilometro), alti nove piani, con circa 1200 appartamenti, che possono ospitare più di 4500 persone.

L’intero complesso è stato progettato da un team di più di venti architetti coordinati da Mario Fiorentino, a partire 1972, ma i veri lavori sono iniziati solo nel 1975 e portati avanti tra molte difficoltà prima di essere sospesi nel 1982, a causa del fallimento dell’impresa edile. Nello stesso anno sono state consegnate le prime abitazioni ed è venuto a mancare Fiorentino, senza riuscire a vedere il suo progetto compiuto. Il blocco residenziale è stato completato nel 1984 e dopo qualche mese sono iniziate le prime occupazioni abusive da parte di circa settecento famiglie, in particolare dei locali al quarto piano della stecca centrale, destinati inizialmente a servizi.

Nel progetto originale, infatti, erano previsti anche quattro teatri all’aperto, degli uffici circoscrizionali, una grande sala da cinquecento posti per riunioni, una biblioteca, una palestra coperta, due scuole elementari, una scuola media, due scuole materne, tre asili nido, un consultorio pediatrico, una farmacia, un mercato coperto, almeno un ristorante con sala banchetti e self-service e una chiesa parrocchiale. Doveva quindi essere una vera e propria Città-Palazzo autonoma, come quella della serie. Nella realtà il Serpentone è rimasto solo un enorme “quartiere-dormitorio”, per di più distante dalla città e ad essa mal collegato. Ad oggi è considerato il più lungo edificio di tutta l’Europa, ma è anche sinonimo di degrado e di incompiutezza. Una situazione inaccettabile per una Capitale europea e per la quale, con enorme ritardo, l’amministrazione romana sta cercando di attivarsi per un risanamento.

 

Da quante puntate è composta la serie tv Christian?

 

L’italianissima serie televisiva Christian è composta da due stagioni, ognuna composta da sei episodi. Vediamo i titoli delle puntate della prima stagione:

 

  1. Sei destro o sinistro?

  2. Guardace, Raché

  3. Tu non stai bene

  4. Ma mica gratis

  5. Orat et orat

  6. Perché i Pink Floyd?

 

Come annunciato, anche la seconda stagione è composta da sei episodi ma non sono noti i titoli delle nuove puntate.

 

Dove vedere Christian

 

La serie televisiva Christian è visibile in esclusiva su Sky previa sottoscrizione dell’abbonamento. La prima stagione è andata in onda dal 28 gennaio 2022, mentre la seconda stagione è stata trasmessa dal 24 Marzo 2023, due episodi ogni venerdì, su Sky Atlantic. Entrambe le stagioni di Christian sono ora disponibili on demand sui canali Sky e in streaming su Now tv, la piattaforma gratuita che permette anche ai non abbonati Sky di usufruire dei contenuti del suo catalogo.

 

La colonna sonora di Christian

 

Come già accaduto nella prima stagione, anche nella seconda Christian può vantare una colonna sonora di primo livello, in grado di accompagnare perfettamente i momenti più emozionanti della serie. Il compositore delle musiche della serie tv è Giorgio Giampà, famoso per aver lavorato in film come Ragazze la vita trema e La profezia dell’Armadillo. Alle musiche per la serie ha collaborato anche Daniel Kresco (sound engineer americano che ha lavorato anche nel film Joker) e la cantante Leila Bahlouri.

Vedi anche le altre serie tv

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
serie tv





in evidenza
Prime Video lancia lo spin-off di Lol "Angioni futuro della comicità"

L'intervista ai tre giudici

Prime Video lancia lo spin-off di Lol
"Angioni futuro della comicità"


in vetrina
Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky

Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky


motori
Pirelli svela il pneumatico All Season SF3, ideale per tutte le stagioni

Pirelli svela il pneumatico All Season SF3, ideale per tutte le stagioni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.