A- A+
Esteri
Airbus, Wto: illegali gli aiuti Uei. Gli Usa festeggiano: nostra vittoria

Washington potrebbe chiedere a Bruxelles 10 miliardi di euro

Il Wto, l'Organizzazione mondiale del commercio, ha condannato l'Unione europea per gli aiuti di stato ad Airbus. L'organizzazione di Ginevra ha definito "illegali" i sussidi concessi da diversi paesi membri dell'Ue al colosso aerospaziale europeo. Piu' in generale ha condannato l'Ue, Germania, Francia e Spagna per i 22 miliardi di dollari che hanno concesso in 10 anni ad Airbus, riconoscendo che questi aiuti hanno generato un "danno reale e sostanziale" alla rivale Boeing. I sussidi riguardano i progetti A300, A310, A320, A330/A340, A330-200, A340-500/600 e A380.

La compagnia aerospaziale Usa Boeing ritiene che Washington potrebbe chiedere a l'Unione europea misure di ritorsione fino a 10 miliardi di dollari l'anno, dopo che il Wto, l'Organizzazione mondiale dei Commercio, ha definito aiuti di stato illegali i sussidi ricevuti da Airbus. Oggi il Wto ha definito "sussidi illegali" i 22 miliardi di dollari che Ue, Germania, Francia, Gran Bretagna e Spagna hanno concesso in 10 anni ad Airbus.

Tags:
airbus wto aiuti ue illegaliairbus guerra europa usa
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.