A- A+
Esteri
Attacco Iran, una telefonata Mosca-Teheran per scongiurare altre tensioni
Putin (foto Ipa)

Attacco Iran, Mosca-Teheran: "Un ulteriore inasprimento della situazione potrebbe portare ad un aumento della tensione in Medio Oriente"

Un appello a evitare "nuove pericolose azioni provocatorie" che potrebbero portare a un aumento delle tensioni nella regione è venuto dai ministri degli Esteri di Russia, Sergei Lavrov, e Iran, Hosein Amir-Abdolahian. Durante una conversazione telefonica i due ministri hanno osservato che "un ulteriore inasprimento della situazione nella regione e nuove pericolose azioni provocatorie potrebbero portare a un aumento della tensione in Medio Oriente", ha affermato in un comunicato il ministero degli Esteri russo.

"La prevenzione di un simile scenario e l'eliminazione delle sue cause devono essere oggetto di un'attenzione speciale e prioritaria da parte del Consiglio di Sicurezza dell'Onu", hanno affermato i due diplomatici. Abdolahian ha informato il suo omologo russo "delle misure adottate da Teheran in risposta all'attacco aereo israeliano del 1 aprile contro il dipartimento consolare dell'ambasciata iraniana a Damasco".

È stata la seconda conversazione telefonica tra i ministri degli Esteri di Russia e Iran nelle ultime 24 ore. In precedenza, la Russia aveva espresso preoccupazione per la "pericolosa escalation" nella regione del Medio Oriente a seguito dell'attacco aereo iraniano contro Israele e aveva invitato le parti ad "agire con moderazione".

"Chiediamo a tutte le parti coinvolte di agire con moderazione. Ci auguriamo che gli Stati della regione risolvano i problemi esistenti attraverso mezzi politici e diplomatici", ha affermato il ministero degli Esteri. Secondo il ministero degli Esteri russo, a causa della posizione dei suoi membri occidentali, il Consiglio di sicurezza dell'ONU non ha potuto "reagire adeguatamente all'attacco alla missione consolare iraniana".

"Ora è molto importante che tutti agiscano con moderazione per non destabilizzare completamente la situazione nella regione, che già non è nè stabile nè prevedibile", ha detto il portavoce della presidenza russa Dmitri Peskov. Il segretario del Consiglio di sicurezza russo, Nikolai Patrushev, aveva avvertito giorni prima che l'attacco di Tel Aviv al consolato iraniano a Damasco avrebbe potuto portare ad una "escalation incontrollabile delle tensioni".

LEGGI ANCHE: Netanyahu, il folle piano. Spingere l'Iran all'attacco per la difesa degli Usa






in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.