A- A+
Esteri

Gas, la Russia riduce 40% forniture via Nord Stream: Berlino inietta 9 miliardi per salvare Gazprom Germania

La Russia ha ridotto del 40% le forniture di gas via Nord Stream. Lo rende noto Gazprom. La capacità di fornire gas all'Europa attraverso il gasdotto che arriva in Germania è stata limitata a 100 milioni di metri cubi (mcm) al giorno a causa del ritardo di lavori di riparazione.

Il gasdotto, che va dalla Russia alla Germania e passa sotto il Mar Baltico, di solito trasporta 167 milioni di metri cubi, ha affermato Gazprom in una dichiarazione sul canale Telegram dell'azienda. La causa della riduzione della capacità è da attribuire a Siemens che ha ritardato le riparazioni di apparecchiature, ha detto l'azienda russa.

Europa, Gas chiude a 97 euro per Gazprom-Nord Stream. Ad Amsterdam balzo 16%

Il gas europeo conclude la giornata in forte rialzo a 97 euro (+16,3%) per megawattora dopo aver superato nel corso della giornata ad Amsterdam i 100 euro.

Ucraina: media, da governo Berlino 9-10 miliardi di Euro a Gazprom Germania

Il governo tedesco prevede di immettere diversi miliardi di Euro in Gazprom Germania per evitare che la compagnia fallisca e per garantire l'approvvigionamento di gas al paese. Il salvataggio ammonterà a circa 9-10 miliardi di euro secondo fonti citate dalla Dpa. Gazprom Germania non fa più parte di Gazprom dopo che l'azienda statale russa si è separata dalla filiale tedesca il primo aprile.

Successivamente, il governo di Berlino ha assunto il controllo dell'allora sussidiaria tedesca della compagnia statale russa Gazprom attraverso l'Agenzia federale delle reti, che ne è diventata amministratore fiduciario. A metà maggio, la Russia ha imposto sanzioni a Gazprom Germania e a quasi tutte le sue filiali, provocando uno "squilibrio finanziario" nella società, secondo il governo tedesco, che ha ricordato come Gazprom Germania sia una società chiave per la fornitura di gas in Germania e ha detto di voler evitare "una minaccia alla sicurezza energetica".

La perdita di forniture di gas a causa delle sanzioni russe e la conseguente necessità di acquistare sostituti a prezzi di mercato, attualmente molto elevati, avevano peggiorato la situazione finanziaria di Gazprom Germania al punto che il governo tedesco ha dovuto garantirne la liquidità con un prestito della banca pubblica KfW (Kreditanstalt fuer Wiederaufbau), lstituto di Credito per la Ricostruzione.

La decisione di sostenere Gazprom Germania con un salvataggio è arrivata dopo l'annuncio della russa Gazprom della riduzione dei volumi di gas naturale trasportato attraverso il gasdotto Nord Stream 1 nel Mar Baltico. Il Nord Stream 1 è il gasdotto principale usato per trasportare il gas russo verso la Germania.

 

Leggi anche: 

Il governo Draghi non ha più senso dopo il voto di domenica

Lega: "Troppi errori. Ora assemblea generale, torniamo a parlare di autonomia"

"Metà elettori M5S non vota candidati Pd. No alla Lega di lotta e di governo"

Elezioni, M5S al 7% e Lega al 12. Terremoto. I dati dopo il voto nei comuni"

"Mercati disorientati dalla strategia Bce: ora serve lo scudo anti-spread"

Emma Summerton firma il Calendario Pirelli: ecco chi è la fotografa

Berlino, la tennista russa soccorre l’avversaria ucraina: fair play virale

Intesa Sanpaolo, a Torino nasce il centro di ricerca in ambito AI

Autogrill e Fondazione Veronesi sostengono la ricerca scientifica

Young Factor: un dialogo tra giovani, economia e finanza

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    gasnord streamrussia





    in evidenza
    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    Guarda le immagini

    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    
    in vetrina
    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


    motori
    DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

    DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.