A- A+
Esteri
Germania, la Cdu ha l'erede di Merkel. E' il falco Merz, nemico di Angela

Germania, svolta nel post Merkel: la Cdu sceglie il suo rivale Merz

La Cdu sceglie di cambiare completamente strada. L'eredità di Angela Merkel non poteva essere archiviata in modo più brusco. Al terzo tentativo, Friedrich Merz, esponente della destra della Cdu, è riuscito a conquistare la guida del partito cristiano-democratico tedesco dopo essere stato sconfitto, nel 2018 da Annegrette Kramp-Karrenbauer e nel 2020 da Armin Laschet, entrambi espressione della corrente moderata dell'ex cancelliera. A Kramp-Karrenbauer, che godeva di discreta popolarità, fu fatale il pasticciaccio brutto della Turingia, quando, lo scorso febbraio, la Cdu flirtò con l'estrema destra di Afd per la formazione del governo del Land. Laschet fu invece costretto alle dimissioni dal risultato elettorale dello scorso ottobre, il peggiore della storia del partito.     

Cdu, il flop di Laschet spinge al cambiamento totale di rotta

Il flop del governatore del Nord Reno-Vestfalia - figura scialba, di scarso carisma e protagonista di alcune gravi gaffe - ha avuto come effetto una voglia di cambiamento inequivocabile alla luce del 62,1% con il quale gli iscritti lo hanno incoronato nuovo leader nel referendum dello scorso 17 dicembre. Con il sì dei delegati del Congresso, che hanno confermato la decisione degli iscritti con il 94,6%, la Cdu si prepara ora a un radicale cambio di linea. Le posizioni centriste, e piuttosto liberali sui temi sociali, di Merkel verrebbero accantonate nell'ottica di strappare più voti possibili ad Afd. I rapporti con Mosca sarebbero molto meno stretti e quelli con Washington assai più cordiali.

Chi è il falco Merz: liberale e anti Merkel, è ricchissimo e ha un jet privato

Liberista, conservatore e atlantista, cattolico e padre di tre figli, un curriculum che vanta posizioni di primo piano in colossi come Axa, Basf e BlackRock, Merz non è l'anti-Merkel solo dal punto di vista politico. La cancelliera era nota per il suo stile frugale e di basso profilo. "Mutti" si faceva ritrarre spesso mentre faceva la spesa al supermercato o beveva una birra, andava in vacanza a Ischia o nel Sud Tirolo e l'unico lusso che si concedeva era un'opera wagneriana al festival di Bayreuth. Merz possiede un jet privato e in un'intervista alla Bild Zeitung si definì rappresentante del "ceto medio elevato" dopo aver ammesso di guadagnare almeno un milione l'anno. Parole che suscitarono vivaci polemiche. La Germania non è l'America: nessun milionario ha mai governato il Paese, anzi, è un'idea vista con sospetto, soprattutto per il timore che intacchi lo stato sociale. E in Europa la linea di Berlino tornerà a essere più austera. 

 

LEGGI ANCHE

L’obbligo vaccinale comincia a scricchiolare
Cure negate, Grimaldi dopo il Tar: “dimettetevi tutti”
Troppi giovani morti nel secondo semestre del 2021
Commenti
    Tags:
    angela merkelcdugermaniamerz





    in evidenza
    Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera

    Inverno pieno

    Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    INEOS Fusilier: il nuovo 4x4 a zero e basse emissioni

    INEOS Fusilier: il nuovo 4x4 a zero e basse emissioni

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.