A- A+
Esteri
Guerra Russia Ucraina, Kiev ce la può fare: “Per Putin grave disfatta”

Guerra Russia Ucraina, secondo il generale Carlo Jean lo scacco militare per Putin è comparabile a quello di Mussolini in Grecia

La guerra in Ucraina si va traducendo in una disfatta sul campo per le truppe russe: ne e' convinto il generale Carlo Jean, esperto di strategia militare e presidente del Centro Studi di Geopolitica Economica. Secondo il generale Jean, lo scacco militare per Vladimir Putin e' comparabile a quello di Mussolini in Grecia nella Seconda guerra mondiale. "Putin deve ingoiare la pillola amara e convincersi al ritiro", dice all'AGI, "per poi contribuire finanziariamente alla ricostruzione di quel che ha distrutto in Ucraina. Diro' di piu': se non esisteva una nazione ucraina lui e' riuscito a crearla. E se la Nato era in disfacimento, Putin l'ha ricostituita: dovrebbero dargli una medaglia d'onore...".

Perche' le forze armate russe si starebbero avviando alla sconfitta? "I russi mancano di fanteria perche' si sono ristrutturati per la guerra contro eserciti corazzati e meccanizzati come quelli della Nato. Pertanto i gruppi tattici di battaglione impiegati dai russi hanno meno di 200 fanti su mille uomini. E in una guerra poco convenzionale, i difensori che conoscono bene il terreno e si nascondono tra boschi e macerie finiscono per avere la meglio infliggendo perdite notevoli".

Ma i bombardamenti russi stanno infliggendo pesanti danni all'Ucraina. "Il bombardamento delle citta' e' leggero, non tanto perche' i russi non vogliano distruggere i palazzi, ma perche' non sono attrezzati: hanno pochi bombardieri. Sparano con artiglieria e lanciano missili, con cui piu' che altro si terrorizza la popolazione. Non e' tanto una tattica voluta, quanto dettata dalla disperazione". Dove sono i bombardieri russi? "Sono stati quasi tutti addetti al trasporto delle armi nucleari. E su 60-70 solo una decina sono moderni. Gli altri risalgono agli anni '70. Nulla di comparabile ai B-52 americani".

Qual e' il motivo della carenza? "La Russia non avendo soldi a sufficienza li ha investiti soprattutto in armi strategiche, come i sommergibili nucleari e i missili iperveloci. Inoltre la dottrina militare delle forze russe prevede l'impiego di armi nucleari tattiche in caso di escalation, ma la Russia nel caso dell'Ucraina non si puo' permettere di radere al suolo una citta': buttare giu' la cattedrale di Santa Sofia a Kiev sarebbe come se i francesi ci distruggessero San Pietro. Percio' si limitano all'artiglieria, anche se provoca perdite dolorose tra i civili come accaduto a Mariupol. Ma per conquistare le citta', ripeto, i russi non hanno un esercito idoneo. Non hanno fanteria sufficiente e cio' spiega perche' intendano ricorrere ai volontari siriani".

Commenti
    Tags:
    guerra russia ucrainaterza guerra mondiale





    in evidenza
    Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

    Vota il sondaggio di Affari

    Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

    
    in vetrina
    Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini

    Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini


    motori
    Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

    Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.