A- A+
Esteri
Guerra Ucraina, Kiev: "Mosca usa la superbomba". Distrutte due basi russe
Guerra Russia-Ucraina, raid ucraino su palazzo governo a Donetsk

Guerra Russia-Ucraina, Kiev conferma: Mosca ha usato una superbomba

Kiev ha confermato la notizia secondo cui i russi hanno usato le nuove bombe plananti UPAB-1500B da 1,5 tonnellate contro l'Ucraina, progettate per colpire obiettivi altamente protetti a una distanza fino a 40 km grazie ai suoi 1.010 kg di esplosivo ad alto potenziale. Lo ha detto il portavoce dell'Aeronautica Yuri Ignat, citato da Ukrainska Pravda: “Questa informazione non è nuova. Loro (i russi) possono usare missili a distanza, ma possono anche usare bombe aeree guidate. Perché abbiamo bisogno degli F-16 o di altri aerei? Per contrastare questa minaccia, per proteggere le nostre città e i nostri villaggi”.

Ucraina, nuovo allarme aereo. Kiev abbatte 13 droni russi 

E nel frattempo anche nella notte tra il 5 e il 6 marzo è suonato l'allarme aereo a Kiev e nelle regioni centrali dell'Ucraina. Successivamente le sirene hanno risuonato in tutto il Paese, come riporta l'Ukrainska Pravda citando il monitoraggio del gruppo Belarusian Gayun su Telegram. E il portavoce dell’Aeronautica Ucraina, Yuriy Ignat, ha dichiarato che le forze di Kiev hanno abbattuto 13 droni su un totale di 15 lanciati dalle forze russe sull'Ucraina: "I droni sono stati lanciati dalla direzione nord. Erano droni kamikaze del tipo Shahed-136 di produzione iraniana. Ne sono stati lanciati 15 e 13 sono stati distrutti dalla difesa antiaerea e da vari mezzi di fuoco", ha detto Ignat definendo il lavoro delle forze di difesa "abbastanza buono".

Kiev: "Distrutte due basi russe a Melitopol". I soldati ucraini a Bakhmut denunciano: "Non riceviamo sostegno"

Le forze armate ucraine non si arrendono e, come riporta Ukrinform citando il sindaco ucraino Ivan Fedorov, hanno distrutto due basi militari russe a Melitopol, città ucraina attualmente sotto il controllo delle forze di Mosca. "Due potenti esplosioni sono state udite nei quartieri settentrionali della città. Abbiamo informazioni che due basi, dove erano di stanza i russi, sono state distrutte", ha dichiarato. Sono rimasti uccisi centinaia di soldati occupanti.

Ma sul fronte di Bakhmut la situazione è drammatica, fa sapere il Kyiv Independent riportando le testimonianze dei soldati impegnati nella difesa della città chiave nel Donetsk: “Battaglioni ucraini impreparati, scarsamente addestrati, lanciati nel tritacarne in prima linea a Bakhmut per sopravvivere con scarso supporto di veicoli corazzati, mortai, artiglieria, droni e informazioni tattiche”. “Non riceviamo alcun sostegno”, dice Serhiy, soldato che ha combattuto in prima linea a Bakhmut, intervistato dal portale online nella vicina città di Kostiantynivka. Insieme a un altro commilitone, hanno denunciato come “l'artiglieria russa, i veicoli da combattimento della fanteria e i veicoli corazzati per il trasporto di personale siano spesso lasciati a colpire le posizioni ucraine per ore o giorni senza essere bloccati dalle armi pesanti ucraine”, scrive Kyiv Independent. “I mortaisti hanno parlato di estrema scarsità di munizioni e di dover usare armi risalenti alla seconda guerra mondiale”, sottolinea l'articolo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
basiguerrarussiasuperbombaucraina





in evidenza
Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

L'intervista sul Nove

Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."


in vetrina
Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista

Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista


motori
RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.