A- A+
Esteri
Il controsenso dei grandi Stati. Più atomiche per evitare la guerra nucleare

Nucleare, aumentano gli Stati che producono bombe atomiche

La terza guerra mondiale è stata sfiorata due giorni fa, in seguito all'esplosione di missili che si credevano russi in territorio Nato, in Polonia. Poi il caso è rientrato, con la scoperta che si trattava di un ordigno ucraino. Ma il mondo ha tremato, ed è destinato a tremare sempre più a causa del continuo armamento atomico delle grandi potenze mondiali. Si chiama "deterrenza nucleare", con l'acronimo suggestivo MAD "Mutual Assured Destruction", distruzione reciproca assicurata, "folle" se leggiamo solo le iniziali. Stati Uniti e Russia dopo Hiroshima e Nagasaki hanno potenziato i loro arsenali.

Nel "club" ci sono ora anche Francia, Gran Bretagna e Cina. Eppure questa reciprocità non è davvero simmetrica, se si va a esaminare le dottrine nucleari delle due potenze che si affrontarono durante la Guerra Fredda e negli ultimi anni hanno ricominciato a guardarsi sempre più in cagnesco. Oggi la Nato ha rispolverato, in modo ancora più netto che in passato, il concetto di "deterrenza". La Russia rimane più sfuggente e non è semplice comprendere cosa intenda Mosca per minaccia "esistenziale" in grado di giustificare il ricorso all'atomica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bomba atomicaguerra nucleare





in evidenza
Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

Guarda le foto

Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.