A- A+
Esteri
Iran, rilasciati i 10 marinai americani dopo le scuse Usa

I 10 marinai americani rilasciati dopo essere stati fermati martedì dai Pasdaran iraniani nelle acque del Golfo hanno potuto tornare in libertà dopo che gli Usa hanno presentato le loro "scuse" per aver violato le acque territoriali iraniane. Lo riferisce la televisione iraniana PressTv.

Secondo i Guardiani della rivoluzione iraniani, i dieci americani - nove uomini e una donna - erano a bordo di due imbarcazioni che, apparentemente per problemi meccanici, sono entrate senza autorizzazione nelle acque territoriali iraniane intorno all'isola di Farsi. Qui sono stati trattenuti durante la notte, in attesa di essere riconsegnati alla flotta Usa. Prima della loro liberazione, il comandante delle forze navali dei Pasdaran, ammiraglio Ali Fadavi, aveva detto che il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, aveva chiesto agli Stati Uniti di "scusarsi" per la violazione delle acque territoriali della Repubblica islamica.

Tags:
iranusa
in evidenza
Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti

Gossip sorprendente

Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti


in vetrina
Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere

Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere


motori
Alfa Romeo svela le nuove Giulia e Stelvio

Alfa Romeo svela le nuove Giulia e Stelvio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.