A- A+
Esteri
Israele, l'Ue sospesa dal processo di pace

Benyamin Netanyahu ha ordinato "un riesame del coinvolgimento delle istituzioni Ue per il processo di pace con i palestinesi". Al fine del riesame ha deciso di "sospendere i contatti diplomatici" con le stesse istituzioni e i loro rappresentanti a seguito dell'etichettatura dei prodotti di colonie israeliane da parte europea.

In attesa di una decisione, ha stabilito di congelare il dialogo su questioni politiche in Medio Oriente, diritti umani e organizzazioni internazionali.

Contatti diplomatici con i singoli Paesi. In una nota diffusa dal portavoce del ministero degli Esteri - di cui Netanyahu ha l'interim - si spiega che la mossa riguarda solamente il processo di pace. "Israele mantiene contatti diplomatici con i singoli Paesi europei come Germania, Francia e Gran Bretagna, ma non con le istituzioni europee".

Ancora attacchi in Israele. La decisione è stata annunciata dopo una nuova domenica di attacchi in Israele. A Gerusalemme una lavoratrice nepalese di 31 anni è stata accoltellata a una fermata dell'autobus. La polizia ha poi individuato e arresto il suo aggressore, un 17enne palestinese arrivato dalla Cisgiordania. I precedenza un agente di frontiera israeliano era rimasto leggermente ferito di primo mattina dopo stato accoltellato nei pressi della Porta di Damasco, uno degli accessi alla Città vecchia di Gerusalemme. Il suo aggressore, un 38enne palestinese, di Nablus, è stato ucciso da altri agenti. L'uomo, proveniente dalla Cisgiordania, si sarebbe avvicinato a due agenti di guardia e avrebbe urlato "Allahu Akbar", "Allah è grande", riuscendo a ferire uno dei due uomini in divisa. Nella sola giornata di sabato, altri sette agenti israeliani erano rimasti feriti in due attacchi distinti in Cisgiordania.

Sconsigliate gite scolastiche. Nel timore di nuovi attentati, il ministero israeliano dell'Istruzione sconsiglia adesso vivamente alle scolaresche di recarsi in visita nella maggiori capitali europee. Una eccezione viene fatta per la Polonia. Gli istituti scolastici israeliani che malgrado l'avvertimento ufficiale intendessero egualmente inviare scolaresche in Europa, faranno bene ad evitare le città maggiori, a non ricorrere ai trasporti pubblici e a non consentire in alcun caso agli allievi di spostarsi da soli.

Questi provvedimenti non riguardano la Polonia dove proseguono invece le consuete visite studio di scolaresche israeliane nelle località dove si è compiuto lo sterminio di ebrei nella Seconda Guerra Mondiale.

Tags:
israeleue
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.