A- A+
Esteri
Putin: "Se gas non sarà pagato in rubli, stop a contratti". Firmato il decreto

Guerra, Putin minaccia di chiudere i rubinetti se il gas russo non viene pagato in rubli

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato di aver firmato un decreto sulla nuova procedura per il pagamento del gas russo da parte dei "paesi ostili". Gli acquirenti dovranno pagare in rubli. "Offriamo uno schema chiaro e trasparente", ha spiegato, e "per acquistare gas naturale russo devono aprire conti in rubli nelle banche russe". Il decreto entra in vigore da domani venerdì 1 aprile. Putin ha aggiunto che in caso di mancato pagamento in rubli, i contratti saranno sospesi.

"Nessuno ci vende niente gratis, e nemmeno noi faremo opere di carità. Ciò significa che i contratti esistenti, in caso di mancato pagamento del gas in rubli, saranno interrotti". Continua Putin, secondo quanto riporta la Tass. "Se tali pagamenti (in rubli) non vengono effettuati, noi considereremo questo come un inadempimento degli impegni con tutte le implicazioni che ne derivano", ha aggiunto lo Zar.

Commenti
    Tags:
    gasputinrubli





    in evidenza
    Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

    MediaTech

    Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    Nuova Jeep Avenger, l’elettrico che non ti aspetti

    Nuova Jeep Avenger, l’elettrico che non ti aspetti

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.