A- A+
Esteri
Raisi non è l'unica vittima di incidenti: i leader che hanno rischiato la vita
Iran, Raisi

Iran, Raisi è morto:  anche altri due presidenti vittime di incidenti in elicottero


L'Iran è ancora sotto shock a causa notizia della morte improvvisa del suo presidente Ebrahim Raisi. Secondo le autorità iraniane, Raisi è deceduto per un incidente d'elicottero avvenuto durante un viaggio ufficiale nella regione dell'Azerbaigian orientale. 

''Dolore e tristezza'' sono i sentimenti espressi da Hamas nel messaggio di ''sincere condoglianze'' diffuso dopo la conferma della morte del presidente e del ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian. I due hanno perso la vita ''in un doloroso incidente che è costato la vita ad alcuni dei migliori leader iraniani che hanno avuto una brillante carriera nel far rinascere l'Iran e hanno adottato posizioni onorevoli nel sostenere la nostra causa palestinese e la legittima lotta del nostro popolo'', si legge nel comunicato diffuso da Hamas.

''Siamo fiduciosi che la Repubblica Islamica dell’Iran sarà in grado, se Dio vuole, di superare le ripercussioni di questa grande perdita. Il caro popolo iraniano dispone di antiche istituzioni in grado di affrontare questa dura prova'', sottolinea il comunicato.

La morte di un presidente in carica a causa di un incidente non è purtroppo un evento isolato nella storia recente dell'Iran. Nel 2013, l'allora presidente Mahmoud Ahmadinejad è scampato per poco alla morte in seguito allo schianto del suo elicottero durante una visita nella provincia meridionale del Fars.

Per fortuna Ahmadinejad ne è uscito illeso, ma l'incidente ha sollevato sospetti di un possibile attentato:  un atterraggio di emergenza "non ben specificato" gli ha salvato la vita.

Anche il primo presidente dell'Iran dopo la rivoluzione islamica del 1979, Abolhassan Banisadr, è sopravvissuto miracolosamente a due incidenti di elicottero avvenuti negli anni '80, che molti analisti politici ritengono fossero in realtà dei tentativi di assassinarlo. Purtroppo Banisadr non è stato altrettanto fortunato e è deceduto in Francia nel 2021, dove si era rifugiato dopo essere stato destituito nel 1981.

Questi tragici eventi sollevano inevitabilmente interrogativi sulla reale sicurezza del trasporto presidenziale in Iran e sulla probabilità che non si tratti sempre di semplici incidenti. 

LEGGI ANCHE: Iran, Raisi è morto, nessun sopravvissuto. Lo spettro di un sabotaggio






in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini


motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.