A- A+
Esteri
Strage di Bucha, Carlo Freccero: "Putin non farebbe mai un autogol del genere"
Carlo Freccero (IPA)

Freccero: "Putin non è un pazzo, c'è chi spinge per una guerra atomica"

Il massacro di Bucha sta facendo discutere tutto il mondo, ma, come spesso capita, da Carlo Freccero arriva un commento controcorrente. Dopo aver accusato Zelensky di "continuare la sua fiction", il noto massmediologo esprime i suoi dubbi sulla strage di civili avvenuta in Ucraina: "Quando ci si trova di fronte ad un episodio di tale ferocia ed efferatezza, scaturisce spontaneo il dubbio di trovarsi di fronte ad una false flag. Perché? Perché nessun attaccante in campo, dopo un autogol fortuito si accanirebbe a segnare una serie infinita di autogol per stracciare per sempre la possibilità di vittoria della sua stessa squadra. A chi gioverebbe infatti una una strage? Non certo ai russi", ha detto all'Adnkronos.

"Anche un solo morto abbandonato sulla strada si ritorcerebbe contro l'esercito sovietico, in un momento in cui tutti gli occhi del mondo son puntati sull'Ucraina. A maggior ragione una strage". Dipingere dunque Vladimir Putin come "impazzito o in punto di morte e dunque disposto a tutto, come i personaggi diabolici delle fiction, non ha alcun senso", continua l'ex direttore di Rai2, secondo il quale invece il presidente della Russia, al contrario, "è famoso per essere una sorta di freddo giocatore di scacchi". Secondo Freccero, c'è chi auspica un'escalation verso la guerra atomica: "C'è chi spinge in quella direzione, e per giustificare una cosa così mostruosa, ci vuole una causa altrettanto mostruosa: una strage".

[Leggi anche: "Mandato di arresto internazionale per Putin". E Macron sposa la linea-Letta]

La teoria del filmato contraffatto (ma già smentita)

"C'è un filmato che annulla tutti i filmati della strage. Una macchina percorre la strada ricoperta di cadaveri e poco dopo, nello specchietto retrovisore, un cadavere si alza in piedi credendo di essere ormai fuori dal campo visivo. Ci sono moltissimi precedenti, come i morti nei sacchi neri che tirano fuori la testa per fumarsi una sigaretta", aggiunge Freccero, anche se questa teoria è stata ampiamente smentita da un dettagliato debunking effettuato sia dalla CNN che da Open.

Lo stesso Freccero ammette che "anche questo filmato potrebbe essere un falso" e quindi aggiunge: "cerchiamo altri dati. Il sindaco della città oggi è disperato, ma il 31 marzo, giorno successivo all'abbandono delle truppe sovietiche, non ha detto una parola in merito. Una strage di quelle dimensioni andava sottolineata. O, forse, la strage è posteriore, dato che è stata filmata 4 giorni dopo l'abbandono delle truppe". Per Freccero quindi "permangono dubbi. Sino a che non saranno svolti accertamenti, non si può dire niente di definitivo. Proprio per questo ci vuole cautela, per non finire nella propaganda di guerra in un momento critico e drammatico come questo, in cui lo spettro della guerra nucleare non è mai stato più vicino".

 

 

 

 

Leggi anche: 

" Ucraina: “Zelensky continua la sua fiction”, Freccero con Orsini e Cacciari

Lucarelli contro Freccero: "Farneticazioni, va ignorato senza compassione"

Putin "ha un sosia contro i colpi di stato ma potrebbe morire di infarto"

Guerra, Salvini cita Papa Giovanni. E avverte: "Tutti misurino le parole"

Il mio miglior amico è vivo nonostante Speranza

Esercito ucraino abbatte un jet, forse un Su-34 russo. VIDEO

Volksbank, approvato bilancio 2021. Oltre €70 mln l'utile netto

Milano Art Week 2022, da Miart i primi segnali di ripresa post-Covid

Commenti
    Tags:
    carlo frecceroguerra russia ucrainastrage di buchavladimir putin





    in evidenza
    Prime lancia lo spin-off di Lol "Angioni futuro della comicità"

    L'intervista ai tre giudici

    Prime lancia lo spin-off di Lol
    "Angioni futuro della comicità"

    
    in vetrina
    Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky

    Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky


    motori
    Nuova MINI John Cooper Works Countryman: prestazioni e stile al top

    Nuova MINI John Cooper Works Countryman: prestazioni e stile al top

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.