A- A+
Esteri
Ucraina, Kiev attacca la Crimea e fa esplodere un ponte strategico per i russi
Frame video dell'esplosione del ponte Kerch che collega la Russia alla Crimea

Guerra Russia Ucraina, esplosione su un ponte strategico che collega la Crimea alla Russia. Rivendicazioni di Zelensky. Mosca: questo dimostra la natura terroristica di Kiev

Il ponte Kerch che collega la Russia alla Crimea è stato attaccato all'alba. Per Mosca è un duro colpo data la strategicità del viadotto. A provocare l'incendio sul ponte è stata l'esplosione di un camion-bomba, che ha dato via all'incendio di sette vagoni che trasportavano carburante su un treno merci. Lo riferisce la Tass, citando il centro informazioni del Comitato nazionale antiterrorismo di Mosca. "Oggi alle 06:07 sulla parte automobilistica del ponte di Crimea dal lato della penisola di Taman, un camion e' stato fatto esplodere, provocando un incendio su sette serbatoi di carburante di un treno che si muoveva in direzione della penisola di Crimea. C'era un crollo parziale di due campate automobilistiche del ponte", secondo il Comitato. L'arco sopra la parte navigabile del ponte non e' invece stato danneggiato.

La locomotiva del treno e le carrozze non coinvolte nell'incendio, riferisce la Tass, sono state portate alla stazione di Kerch. Il presidente del Consiglio di Stato della Crimea Vladimir Konstantinov ha accusato l'Ucraina di quanto accaduto, assicurando che i danni dell'attacco saranno riparati al pia' presto. Secondo le autorita' russe della Crimea, l'incendio non ha causato vittime; due campate della parte automobilistica del ponte di Crimea sono crollate e il traffico automobilistico e ferroviario sono bloccati, ma verra' sostituito da un traghetto che attraversa lo stretto di Kerch. In ogni caso, ha spiegato il leader della Crimea Oleg Kryuchkov, nella penisola ci sono sufficienti scorte di carburante e cibo.

Sempre secondo quanto riporta la Tass, per le auto in attesa di attraversare il ponte rimaste bloccate a Kerch e' stato organizzato un parcheggio con acqua e servizi igienici, ha detto il sindaco della citta', Svyatoslav Brusakov. La compagnia Grand Service Express, che organizza il trasporto passeggeri attraverso il ponte di Crimea, creera' un quartier generale operativo in relazione all'emergenza. Il presidente russo Vladimir Putin ha creato una commissione governativa per affrontare l'emergenza ed e' in contatto continuo con il primo ministro Mikhail Mishustin, il vice primo ministro Marat Khusnullin, il ministro per le emergenze Alexander Kurenkov e il ministro dei trasporti Vitaly Savelyev, oltre che con i responsabili delle forze dell'ordine.

Kiev sul ponte in Crimea attaccato: distruggere tutto ciò che è illegale

"Crimea, il ponte, l'inizio. Tutto cio' che e' illegale deve essere distrutto, tutto cio' che e' stato rubato deve essere restituito all'Ucraina, tutto cio' che appartiene all'occupazione russa deve essere espulso": lo ha scritto oggi in un tweet Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Il tweet, commenta il Guardian, "sembra suggerire la responsabilita' di Kiev" dell'incendio di questa mattina che ha distrutto parzialmente il ponte Kerch.

Guerra Russia Ucraina, Kiev: danno al ponte in Crimea è grande vantaggio per noi

I danni inflitti da un'esplosione al ponte di Crimea sono "un grande vantaggio per tutti gli ucraini", poiche' complicano per i russi le forniture di cibo, carburante e armi alla penisola occupata e alla regione di Kherson. Lo ha affermato il consigliere del ministro degli Affari interni dell'Ucraina, Vadym Denysenko, secondo quanto riportato dall'agenzia Unian. "Logisticamente, la situazione con la fornitura di tutto il possibile, dal cibo al carburante fino alle armi, alla Crimea e alla regione di Kherson, sta diventando sempre piu' difficile per loro", ha detto Denysenko, "pertanto, da questo punto di vista, questo e', ovviamente, un un grande vantaggio per tutti noi". Secondo il consigliere, il tentativo dei russi di stabilire un ponte di barche per rispondere all'emergenza "puo' risolvere parzialmente il problema dei rifornimenti" ma "sarebbe quasi irrealistico" sperare di allestirlo in un giorno. 

Guerra Russia Ucraina, salta il Ponte in Crimea. Mosca: nella penisola scorte di carburante per 15 giorni

La Crimea ha scorte di carburante per autotrazione per 15 giorni: lo ha reso noto su Telegram il ministero dell'Energia russo, secondo quanto riporta la Tass. "La Crimea ha attualmente carburante sufficiente. Le scorte di gas e diesel nella penisola dureranno per almeno 15 giorni. Si sta lavorando per garantire ulteriori forniture", si legge nel messaggio.

Mosca: aperto procedimento penale su incendio ponte Crimea

Il Comitato investigativo russo ha aperto un procedimento penale sull'incendio che oggi ha distrutto parzialmente il ponte di Crimea: lo ha reso noto lo stesso Comitato, riporta la Tass. "Il Dipartimento Investigativo Principale del Comitato Investigativo ha aperto un caso penale per l'incidente sul ponte di Crimea - si legge in un comunicato -. Gli esperti del Centro forense si stanno recando sul posto su ordine del presidente del Comitato Investigativo". Secondo il Comitato, un camion e' esploso sul ponte causando l'incendio di sette serbatoi di carburante di un treno merci che transitava in quel momento. 

Ponte distrutto in Crimea, Zakharova: "Kiev mostra sua natura terroristica"

"La reazione del regime di Kiev alla distruzione del ponte di Crimea testimonia la sua natura terroristica". Lo ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, citata dall'agenzia Tass. 

Ponte Crimea, collegamento strategico per la Russia. Ecco perchè

Il ponte di Crimea e' un'infrastruttura strategica oltre che simbolica per il Cremlino. L'inaugurazione della parte automobilistica e' avvenuta nel 2018, di quella ferroviaria nel 2019, da parte di un orgoglioso Vladimir Putin che lo ha voluto fin dal momento dell'annessione della Crimea, nel 2014. Si tratta del ponte piu' lungo della Russia e dell'Europa intera, con i suoi 18,1 chilometri; attraversa lo stretto di Ker', antico Bosforo Cimmerio per i greci, collegamento fra il Mar Nero dal Mar d'Azov che separa la penisola di Ker' ad ovest dalla penisola di Taman' ad est: ai due lati dello stretto ci sono insomma la Russia "storica" e la Crimea tornata sotto il dominio russo nel 2014. Dalla fine della seconda guerra mondiale e fino alla costruzione del ponte, i collegamenti fra le due sponde dello stretto erano effettuati da un traghetto.

L'idea di un ponte risale addirittura alla fine del Diciannovesimo secolo: dopo il successo della costruzione della linea telegrafica indoeuropea da parte del governo britannico, si penso' gia' nel 1870 a una ferrovia che collegasse l'Inghilterra all'India, passando dalla Crimea e attraverso lo stretto di Ker. Il progetto fu ripreso nel 1903 dallo zar Nicola II, ma le guerre successive ne impedirono la progettazione. Anche i nazisti iniziarono la costruzione di un ponte sullo stretto durante la seconda guerra mondiale, per agevolare la conquista del Caucaso settentrionale, ma i lavori furono interrotti dagli attacchi sovietici, costringendo le truppe del Fuhrer al ritiro. Dopo l'arrivo dell'Armata Rossa, l'attraversamento fu effettuato per qualche mese su un ponte temporaneo realizzato con i materiali lasciati indietro durante il ritiro nazista; in seguito, i progetti si susseguirono ma nessun ponte sarebbe stato realizzato fino agli anni recenti della annessione russa. Ora, pur trovandosi lontano dalle linee del fronte, il ponte rappresenta un'infrastruttura strategica per Mosca, garantendo i collegamenti fra il territorio "storico" della Russia con l'annessa Crimea.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
crimearussiaucraina





in evidenza
Erutta il vulcano Ruang, scatta il livello massimo allerta. Rischio tsunami

Guarda le foto

Erutta il vulcano Ruang, scatta il livello massimo allerta. Rischio tsunami


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Mercedes-Maybach e LaChapelle insieme alla Milano Design Week

Mercedes-Maybach e LaChapelle insieme alla Milano Design Week

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.