A- A+
Esteri
Ucraina, Scholz vola da Xi. Zelensky: "Alleati ci difendano come Israele"
Olaf Scholz e Xi Jinping 

Zelensky, al summit svizzero Cina potrebbe accelerare pace

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato che la Cina potrebbe contribuire a realizzare una "pace giusta" per l'Ucraina partecipando a una conferenza internazionale sulla pace che si terrà in Svizzera a giugno. "Sono fiducioso che il primo Vertice Globale per la Pace in Svizzera possa iniziare il vero percorso per raggiungere una pace giusta per l'Ucraina. Il ruolo attivo della Cina può certamente accelerare i nostri progressi su questa strada", sostiene Zelensky in un post su X.

LEGGI ANCHE: Ucraina, annunciata la conferenza di pace in Svizzera. Ma senza la Russia

Mosca: “L’approccio della Cina alla crisi ucraina è equilibrato e costruttivo”.

L'approccio di Pechino al conflitto in Ucraina "è molto equilibrato e costruttivo". Ne è convinto il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov mentre "al momento non stiamo registrando alcun cambiamento nella posizione del regime di Kiev". Mosca è comunque consapevole che "Pechino rimane attiva sul piano diplomatico" e "apprezza la posizione così equilibrata di Pechino".

Scholz: “Con Xi per sostegno alla conferenza di pace sull’Ucraina”

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha riferito di aver concordato di sostenere la conferenza di pace promossa dalla Svizzera sull'Ucraina. "Il presidente Xi ed io abbiamo concordato che Cina e Germania vogliono coordinarsi con intensità e positivamente per promuovere l'organizzazione della conferenza di alto livello in Svizzera e di future conferenze internazionali sulla pace", ha scritto Scholz in un post su X.

 

Scholz: “Ho chiesto a Xi di fare pressioni su Putin per la fine della guerra”

Il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, ha chiesto al presidente cinese Xi Jinping, in occasione del loro incontro a Pechino, di "esercitare pressioni" sulla Russia perché il presidente russo Vladimir Putin "ritiri le sue truppe" e "ponga fine" alla guerra in Ucraina. "La parola della Cina ha un peso in Russia. Ho quindi chiesto al presidente Xi di esercitare pressioni sulla Russia affinché Putin interrompa finalmente la sua folle campagna, ritiri le sue truppe e ponga fine a questa terribile guerra", ha scritto Scholz in un messaggio su X.

Zelensky critica gli alleati: “Israele ha alleati in cielo, noi sulla carta”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky polemizza con gli alleati paragonando l'efficienza della contraerea alzatisi in volo in difesa di Israele con la carenza di missili a Kiev. "È davvero una dimostrazione di ciò che sono gli alleati, non sulla carta, ma nel cielo", ha detto Zelensky aggiungendo che l'Ucraina difende i cieli da sola. Lo riporta Ukrainska Pravda. Gli alleati danno all'Ucraina armi e difese ma "ne abbiamo carenza". "Vi faccio un esempio, molto semplice: alla centrale di Trypilska abbiamo distrutto i primi 7 missili russi ma 4 l'hanno distrutta perché abbiamo esaurito tutti i missili che difendevano la centrale".

Zelensky, “Vergognoso che gli Usa separino aiuti a Kiev e Israele”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito vergognoso che lo speaker repubblicano della Camera statunitense Mike Johnson abbia presentato una proposta per mettere ai voti in diversi progetti di legge gli aiuti per Israele e quelli per l'Ucraina. Il Congresso degli Stati Uniti potrebbe così approvare nuovi aiuti a Tel Aviv, ma non a Kiev. "È strano. Fa pensare che si tratti di pura politica", ha detto Zelensky in un'intervista a PBS NewsHour, "e ad essere onesti, è una vergogna per il mondo. Ed è una vergogna per la democrazia e per tutti coloro che parlano solo di democrazia".

Reuters: “Russia e Ucraina hanno negoziato per due mesi un accordo sul Mar Nero”

Russia e Ucraina hanno negoziato per due mesi con la Turchia un accordo per garantire la sicurezza della navigazione nel Mar Nero e avevano raggiunto un accordo su un testo che avrebbe dovuto essere annunciato da Ankara il mese scorso ma alla fine Kiev si è improvvisamente ritirata: lo riporta Reuters sul sito citando sue fonti. A marzo era stato raggiunto un accordo "per garantire la sicurezza della navigazione mercantile nel Mar Nero" e, sebbene l'Ucraina non volesse firmarlo formalmente, Kiev aveva dato il suo assenso affinché il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, lo annunciasse il 30 marzo. "All'ultimo minuto, l'Ucraina si è improvvisamente ritirata e l'accordo è saltato", ha detto una delle quattro fonti che hanno parlato con Reuters.

Xi presenta a Scholz “quattro principi” per la Pace in Ucraina

Il presidente cinese Xi Jinping ha proposto quattro principi da seguire per evitare che la crisi ucraina sfugga al controllo e per ripristinare la pace in tempi brevi, nell'incontro avuto a Pechino con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Il network statale Cctv ha riferito che Xi ha detto di dare priorità al mantenimento di pace e stabilità rispetto a "guadagni egoistici"; al raffreddamento della situazione evitando di aggiungere benzina sul fuoco; alla creazione di condizioni per ripristinare la pace e lo stop all'inasprimento delle tensioni. Infine, la riduzione ulteriore "dell'impatto negativo sull'economia mondiale".

Scholz, con Xi discuterò di una pace giusta in Ucraina

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha detto che avrebbe discusso di una "pace giusta" in Ucraina con il presidente cinese Xi Jinping nel bilaterale di oggi a Pechino. "Il mio incontro con il presidente Xi si concentrerà anche su come possiamo contribuire maggiormente a una pace giusta in Ucraina", ha scritto Scholz in un post su X, aggiungendo di ritenere positivo "che ci sia stato un intenso scambio tra i nostri governi dalla mia ultima visita in Cina. Abbiamo molti argomenti di cui discutere".

Zelensky, alleati ci difendano come fatto con Israele

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha esortato gli alleati occidentali a difendere l'Ucraina nello stesso modo in cui hanno fatto con Israele di fronte all'attacco dell'Iran. "Difendendo Israele, il mondo libero ha dimostrato che l'unità tra alleati non solo è possibile ma efficace al 100%", ha detto ieri sera Zelensky dopo un incontro con i massimi funzionari militari e di sicurezza di Kiev. "Le azioni decisive degli alleati hanno impedito il successo del terrorismo e la perdita delle infrastrutture e hanno costretto l'aggressore a calmarsi. Lo stesso si può fare per difendere l'Ucraina dal terrorismo. E l'Ucraina proprio come Israele non è un membro della Nato", ha sottolineato Zelensky citato dai media locali.






in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.