A- A+
Esteri
Usa, abbattuta a San Francisco la statua del fondatore della California
foto edreams

Nel corso degli anni le statue di San Junipero Serra in California erano state oggetto di diversi atti vandalici da parte di attivisti che lo consideravano un assassino di indigeni. 

All’inizio i vandalismi si sono ‘limitati’ alla vernice rossa come simbolo di fatti di sangue.Nel 2017, nel corso di un’altra ondata di furia revisionista per i simboli americani del passato, una di queste fu persino decapitata.E qualche giorno fa, a San Francisco, la statua simbolo di Serra è stata abbattuta con una corda al collo e sopra i resti è stata messa una scritta pesante ‘affanculo il supremazismo bianco’.

E’ stata , quella di San Francisco, l’aggressione più forte contro la figura del frate spagnolo, canonizzato da Papa Francesco nel 2017.  

Il fatto è accaduto durante una delle tante manifestazioni a ricordo di George Floyd che molto spesso si sono tradotte in una protesta più ampia contro il razzismo e contro tutti quei simboli che ne raccontano , più o meno a ragione, la storia. Venerdì , nel giorno di Juneteenth, dove si commemorava la liberazione degli schiavi in Texas, le proteste sono esplose in violenza contro tanti simboli della Confederazione americana. 

Sono state distrutte le statue di Serra, quella del Generale Ulysses S.Grant ( eroe dell’Esercito nordista nella guerra civile e 18esimo Presidente degli Stati Uniti ) e quella di Francis Scott Key ( colpevole di aver composto l’inno nazionale).

La statua del frate spagnolo era nel parco del Golden Gate da ben 103 anni. E danni sono stati fatti pure ad una  statua dedicata a Cervantes e Don Chisciotte.

Dopo una parte di vita in Messico la storia racconta che Serra si dedicò a portare la chiesa cattolica nel territorio, praticamente inesplorato, dell’Alta California nel 1769. In quella zona fondò nuove missioni che diventarono ben presto i primi edifici simbolo della cultura europea in California. Le autorità dello Stato hanno sempre considerato Serra come il fondatore dello Stato e più in generale una figura storica, celebrata come tale.

A Washington nel Capitolio ogni Stato è rappresentato da due statue, per la California una è di Ronald Reagan e l’altra è di Serra. Ma per alcuni gruppi indigeni la figura di Serra simboleggia la distruzione del loro modo di vivere. E questo sentimento è diventato via via più forte fino a chiedere la rimozione della statua a Washington. Una proposta fortunatamente respinta.

Ma oggi la realtà è diversa e persino il sindaco di San Francisco, London Breed, ha condannato gli atti vandalici, non ha detto una parola sul fondatore Serra e ha invece confermato che’ il dolore che c’è in questo paese è molto reale e ha radici in una storia di schiavitù ed oppressioni’.Con buona pace del frate spagnolo fondatore della California e della sua statua.

 

 

Commenti
    Tags:
    californiastatuaserrapapa francesco
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.