A- A+
Green
Giornata delle api, Melendugno città del miele ottiene la DeCo per i prodotti

Apicoltura uguale sviluppo ecosostenibile.  Mentre tutto il mondo festeggia oggi la Giornata Mondiale delle Api e alla vigilia della Giornata mondiale della Biodiversità (sabato 22 maggio), il Comune di Melendugno è il primo della Puglia a conquistare la De.Co per il suo miele, facendo omaggio alle origini del suo nome che in latino vuol dire proprio Porto il Miele (da mele-duco).  Infatti anticamente l’apicoltura era molto diffusa in tutto il territorio, apprezzato non solo per le sue marine, Torre Specchia, San Foca, Roca, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea, ma anche per le sue campagne così ricche di macchia mediterranea dove sbocciano fiori dai mille colori e… sapori.

La De.Co (Denominazione comunale) è stata presentata nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Adorno a Lecce, alla quale hanno partecipato il capo di gabinetto della Provincia, Andrea Romano, il sindaco di Melendugno, Marco Potì, la consigliera delegata alla comunicazione, Palmina Surdo, il presidente del Consiglio, Piero Marra cui si deve l’avvio di tutta la procedura mirata a intensificare l’incremento dell’apicoltura a Melendugno e il riconoscimento della Deco.

wMelendugno confStampa
 

Sono intervenuti anche Roberto De Donno, esperto di marketing territoriale, Vincenzo Pascali, presidente della commissione comunale De.Co e Stefania Marcuz, esperta in analisi sensoriale e membro del Consiglio Accademico International Academy of Sensory Analysis.

Dice il sindaco di Melendugno, Marco Potì: “Il nostro Comune ha avviato un processo di valorizzazione dei prodotti tipici, di cui il miele deve essere considerato solo il punto di partenza, in omaggio alla nostra storia”.

Spiega il presidente del Consiglio comunale, Piero Marra: “Melendugno è stato il primo paese della Puglia ad aderire all’Associazione Città del Miele con lo scopo di entrare in un circuito turistico, che non sia legato solo alla stagione balneare, ma anche a scambiare know how. Il prossimo passo sarà quello di coinvolgere nel procedimento per il riconoscimento della De.Co anche panificatori e produttori di prodotti dolciari”.

“Identità di un territorio e prodotti viaggiano di pari passo”, fa notare l’esperto in marketing territoriale, Roberto De Donno.

wMelendugno miele
 

Intanto tantissimi giovani e donne si stanno avviando all’apicoltura. Le aziende sono diventate da 3 a 20 negli ultimi tre anni. E il progetto ha anche ispirato un famoso artista di Melendugno, Gerardo Petrachi, che ha realizzato piccole api in ceramica, un simpatico souvenir per i tanti turisti che d’estate trascorrono le loro vacanze nel territorio di Melendugno.

Le api, con il loro incessante lavoro, favoriscono l’impollinazione e quindi la riproduzione delle piante, custodendo la Vita di tutti gli abitanti del pianeta. Melendugno scommette su uno sviluppo ecosostenibile.

wMelendugno Ape
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
apigiornata delle apimelendugnomiele





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.